TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE ?TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

in caso di azione di annullamento di una disposizione testamentaria (TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?) proposta dopo il quinquennio dalla pubblicazione del testamento, per il convenuto, che intenda eccepire la prescrizione, è sufficiente provare il decorso di tale periodo, incombendo invece all’attore di dimostrare di essere venuto a conoscenza dell’errore, del dolo o della violenza subita dal testatore da meno di cinque anni dalla domanda giudiziale

 

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

La legittimazione al negozio di conferma o di convalida, anche sotto forma di esecuzione volontaria, della disposizione testamentaria nulla sussiste solo in capo a chi dall’accertamento giudiziale della invalidità trarrebbe un vantaggio che si sostanzi nel riconoscimento di diritti (o di maggiori diritti) oppure nell’accertamento della inesistenza di determinati obblighi testamentari; essa non sussiste, quindi in capo al legatario con riferimento al testamento che lo gratifica, rispetto al quale egli è portatore di un interesse opposto all’invalidità del testamento stesso, con la conseguenza che questi, solo qualora sia divenuto erede dell’erede onerato, potrà proseguire l’impugnativa del testamento già proposta dal proprio dante causa o iniziarla autonomamente, senza trovare alcuna preclusione nel conseguimento del legato.

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO BOLOGNA DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO  VICENZA DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO ROVIGO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO PADOVA  DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO FORLI DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO FIRENZE DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO MILANO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

Cass. civ., Sez. III, Ordinanza, 26/07/2019, n. 20297 (rv. 654779-01)

Inizio modulo

Fine modulo

NOTAIO ED ATTO NOTARILE › Responsabilità

Parti: C. c. G.

NOTARIATO – Responsabilita’ professionale – Compravendita immobiliare – Obblighi di informazione e consulenza – Contenuto – Limite della prevedibilità dei rischi collegati alla trascrizione pregiudizievole – Fattispecie

Non incorre in responsabilità per negligenza professionale il notaio che – nell’ipotesi di compravendita di un immobile gravato dalla trascrizione di una domanda giudiziale pregiudizievole chiaramente indicata nel rogito – abbia omesso di avvertire l’acquirente di ulteriori, ipotetici ed eventuali rischi, non prevedibili al momento della stipula, correlati alla proposizione, quale possibile sviluppo della controversia pendente, di altre domande non ancora avanzate. (In applicazione di tale principio, la S.C. ha cassato la decisione di merito che aveva ritenuto sussistente la responsabilità del notaio per non aver informato l’acquirente che, nell’azione di petizione ereditaria intentata dall’erede non legittimario asseritamente pretermesso nei confronti dell’erede testamentario, vi era il rischio di impugnazione del testamento olografo, divenuto oggetto di querela di falso successivamente alla stipula). (Cassa con rinvio, CORTE D’APPELLO ROMA, 29/04/2016)

 

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

 

SUCCESSIONI “MORTIS CAUSA” – Successione testamentaria – Capacita’ – Di testare – Incapacita’ – Azione di annullamento – Legittimazione – Conferma od esecuzione volontaria di disposizioni testamentarie nulle – Soggetto legittimato – Legatario con riferimento al testamento che lo gratifica – Esclusione – Fondamento – Conseguenze

La legittimazione al negozio di conferma o di convalida, anche sotto forma di esecuzione volontaria, della disposizione testamentaria nulla sussiste solo in capo a chi dall’accertamento giudiziale della invalidità trarrebbe un vantaggio che si sostanzi nel riconoscimento di diritti (o di maggiori diritti) oppure nell’accertamento della inesistenza di determinati obblighi testamentari; essa non sussiste, quindi in capo al legatario con riferimento al testamento che lo gratifica, rispetto al quale egli è portatore di un interesse opposto all’invalidità del testamento stesso, con la conseguenza che questi, solo qualora sia divenuto erede dell’erede onerato, potrà proseguire l’impugnativa del testamento già proposta dal proprio dante causa o iniziarla autonomamente, senza trovare alcuna preclusione nel conseguimento del legato. (Cassa con rinvio, CORTE D’APPELLO GENOVA, 17/11/2015)

 

TESTAMENTO BOLOGNA DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO  VICENZA DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO ROVIGO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO PADOVA  DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO FORLI DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO FIRENZE DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO MILANO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

 

 

 

 

Cass. civ., Sez. Unite, Sentenza, 16/04/2021, n. 10107 (rv. 661209-01)

Inizio modulo

Fine modulo

SUCCESSIONI “MORTIS CAUSA” – Successione testamentaria – Esecutori testamentari – Nomina – Esonero – Provvedimento emesso in sede di reclamo in tema di esonero di esecutore testamentario dal suo ufficio – Ricorso straordinario ex art. 111 cost. – Inammissibilità – Denuncia di vizio attinente alla giurisdizione – Irrilevanza – Fondamento – Fattispecie

In tema di esonero dell’esecutore testamentario dal suo ufficio, il provvedimento del presidente del tribunale è reclamabile davanti al presidente della corte d’appello, ma la decisione assunta da quest’ultimo non è impugnabile per cassazione con ricorso straordinario ex art. 111 Cost., mancando dei caratteri della decisorietà e definitività in senso sostanziale; non rileva in senso contrario la denuncia di un vizio di giurisdizione o competenza, posto che la pronuncia sull’osservanza delle norme che regolano il processo mutua la natura dell’atto giurisdizionale cui il processo è preordinato e, pertanto, non può aver autonoma valenza di provvedimento decisorio e definitivo, se di tali caratteri quell’atto sia privo. (Rigetta, CORTE D’APPELLO FIRENZE, 29/07/2019)

 

 

Cass. civ. Sez. II, 27/06/1992, n. 8063

… L’ art. 624 , 3° comma, c. c., il quale fa decorrere il termine quinquennale di prescrizione dell’azione di impugnazione del testamento non dalla data della pubblicazione, ma dal giorno in cui l’attore abbia avuto notizia dell’errore, del dolo o della violenza, rapresenta uno dei casi eccezionali in cui, in deroga al principio generale di cui all’ art. 2935 c. c., il legislatore attribuisce rilevanza, relativamente al dies a quo della prescrizione, all’impossibilità di mero fatto di esercitare il diritto; … in conseguenza, in caso di azione di annullamento di una disposizione testamentaria proposta dopo il quinquennio dalla pubblicazione del testamento, per il convenuto, che intenda eccepire la prescrizione, è sufficiente provare il decorso di tale periodo, incombendo invece all’attore di dimostrare di essere venuto a conoscenza dell’errore, del dolo o della violenza subita dal testatore da meno di cinque anni dalla domanda giudiziale. …

Sentenza di riferimento: Cass. civ. Sez. II, (ud. 27/06/1992) 27/06/1992, n. 8063

 

ass. civ. Sez. II, 27/06/1992, n. 8063

… L’ art. 624 , 3° comma, c. c., il quale fa decorrere il termine quinquennale di prescrizione dell’azione di impugnazione del testamento non dalla data della pubblicazione, ma dal giorno in cui l’attore abbia avuto notizia dell’errore, del dolo o della violenza, rapresenta uno dei casi eccezionali in cui, in deroga al principio generale di cui all’ art. 2935 c. c., il legislatore attribuisce rilevanza, relativamente al dies a quo della prescrizione, all’impossibilità di mero fatto di esercitare il diritto; … in conseguenza, in caso di azione di annullamento di una disposizione testamentaria proposta dopo il quinquennio dalla pubblicazione del testamento, per il convenuto, che intenda eccepire la prescrizione, è sufficiente provare il decorso di tale periodo, incombendo invece all’attore di dimostrare di essere venuto a conoscenza dell’errore, del dolo o della violenza subita dal testatore da meno di cinque anni dalla domanda giudiziale. …

Sentenza di riferimento: Cass. civ. Sez. II, (ud. 27/06/1992) 27/06/1992, n. 8063

TESTAMENTO BOLOGNA DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO  VICENZA DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO ROVIGO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO PADOVA  DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO FORLI DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO FIRENZE DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

TESTAMENTO MILANO DOLO IMPUGNAZIONE OLOGRAFO COME QUANDO DOVE?

 

Originally posted 2021-10-10 18:07:15.

Comments are closed

CERCA NELLE PAGINE DEL SITO
Studio Legale Bologna - AVVOCATO SERGIO ARMAROLI 051 6447838