051 644 7838 [email protected]
Sinistro stradale - incidente stradale - uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso - determinazione quantum …

Sinistro stradale – incidente stradale – uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso – determinazione quantum …

Sinistro stradale – incidente stradale – uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso – determinazione quantum …

CONTRATTO OBBLIGAZIONI PECUNIARIE –Cassazione civile SS.UU. 13658/2010sul “motivo principale di opposizione” (da accogliere “nei limiti che seguono”): “l’assegno inviato alla creditrice prima della notifica del precetto aveva ad oggetto un importo corrispondente alle somme capitali e ai relativi interessi come dovute all’epoca del pagamento”; “secondo la più recente giurisprudenza di legittimità (Cass. Civ. n. 27158 del 19 dicembre 2006), nelle obbligazioni aventi ad oggetto somme di denaro, il pagamento effettuato mediante corresponsione di un assegno costituisce, secondo gli usi negoziali, idoneo modo di estinguere la obbligazione, senza che occorra un preventivo accordo tra le parti”.

 Sinistro stradale-

incidente stradale-

uso del casco-incidente moto, risarcimento-

concorso-determinazione quantum …  
Sinistro stradale- incidente stradale-uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso-determinazione quantum …

Sinistro stradale - incidente stradale - uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso - determinazione quantum …

Sinistro stradale – incidente stradale – uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso – determinazione quantum …

I genitori e i fratelli di L.R.C., deceduto in occasione di un incidente avvenuto in (OMISSIS), convenivano in giudizio gli eredi di St.Gi. (conducente del motoveicolo in cui era trasportato il predetto L.R.C.), A.L. (conducente dell’autovettura che si era scontrata col ciclomotore) e la sua compagnia assicuratrice MEIE s.p.a., nonchè la SAI s.p.a.

(quale impresa designata dal F.G.V.S. in quanto il motoveicolo era privo di copertura assicurativa) e il Comune di Catania, chiedendo la condanna solidale dei convenuti al pagamento di L. 150 milioni per ciascuno dei genitori e di L. 60 milioni per ciascuno dei fratelli.

Il Tribunale di Catania definiva il giudizio (in cui era rimasto contumace il solo A.) individuando la responsabilità del sinistro a carico del Comune, dell’ A. e dello St. (nelle rispettive misure del 40%, 35% e 25%), escludendo un concorso della vittima nella determinazione dell’esito letale e riconoscendo agli attori un risarcimento di Euro 65.000,00 a favore di ciascuno dei genitori e di Euro 25.000,00 a favore di ciascuno dei fratelli di L. R.C.

 

2.1. In merito al mancato utilizzo del casco, la Corte ha rilevato che, all’esito della C.T.U. medico-legale, era emerso che “non era possibile stabilire se l’uso del casco regolamentare avrebbe potuto evitare il decesso del L.R.” e che, “ove l’indagine sul concorso di colpa della vittima … non porti a risultati certi – come è accaduto nella fattispecie (v. conclusioni del C.T.U. …) l’esito non può che ridondare a danno del debitore danneggiante”; ha osservato, inoltre, che non poteva neppure ipotizzarsi una condotta colposa del danneggiato in quanto l’obbligatorietà dell’utilizzo del casco per il trasportato era stata introdotta da una norma successiva ai fatti di causa.

 AA1111 FRECCIA

  • incidente stradale come si calcola danno biologico

  • incidente stradale calcolo danno patrimoniale?

  • incidente stradale calcolo danno?

  • calcolo danno incidente mortale ?

  • incidente stradale con danni a persone?

  • incidente stradale con danni fisici?

  • incidente stradale calcolo danno patrimoniale?

  • incidente stradale danni alla persona?

  • incidente stradale danno psichico ?

  • incidente stradale danno patrimoniale ?

  • incidente stradale pagamento danni?

  • incidente stradale danno da perdita di chance?

  • incidente stradale danno non patrimoniale?

  • incidente stradale danni alle persone?

  • incidente stradale danni risarcibili?

  • incidente stradale risarcimento danni fisici

  • incidente stradale risarcimento danni

  • incidente stradale risarcimento danni morali?

  • incidente stradale richiesta danni?

  • incidente stradale mortale risarcimento danni?

  • incidente mortale+danni risarcibili?

  • incidente stradale risarcimento danno morale?

  • incidente stradale calcolo danno biologico?

  • incidente stradale calcolo danno patrimoniale?

  • incidente stradale calcolo danno?

  • calcolo danno incidente mortale?

  • incidente stradale con danni a persone?

  • incidente stradale con danni fisici?

 

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SEZIONE III CIVILE

Sentenza 31 ottobre 2014, n. 23148

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. RUSSO Libertino Alberto – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – rel. Consigliere –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – Consigliere –

Dott. CIRILLO Francesco Maria – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

sentenza

sul ricorso 7952/2011 proposto da:

L.R.G. (OMISSIS), L.R.D.A. (OMISSIS), S.L.A. (OMISSIS), L.R. S. (OMISSIS), nella qualità di eredi del defunto L.R.C., elettivamente domiciliati in ROMA, VIA POMPEO MAGNO 1, presso lo studio dell’avvocato DARIO ANDREOLI, rappresentati e difesi dall’avvocato SURIANO Salvatore giusta procura speciale a margine del ricorso;

– ricorrenti –

contro

UGF ASSICURAZIONI SPA (OMISSIS), A.L., ST. A., P.S.E., ST.VI., S. V.G., COMUNE CATANIA, ASSITALIA ASSICURAZIONI;

– intimati –

e contro

FONDIARIA SAI SPA (OMISSIS), in persona del suo Dirigente Dott. V.A., quale impresa designata dal fondo di garanzia vittime della strada, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DELLA CONCILIAZIONE 44, presso lo studio dell’avvocato MARIA ANTONIETTA PERILLI, che la rappresenta e difende giusta procura speciale del Dott. Notaio ALESSIO CIOFINI in FIRENZE 6/5/2011, REP. n. 24227;

– resistente con procura, speciale –

nonchè da:

COMUNE CATANIA (OMISSIS), elettivamente domiciliato in ROMA, VIA NICOLA RICCIOTTI 11, presso lo studio dell’avvocato CASTRICHELLA DARIO, rappresentato e difeso dagli avvocati WALTER PEREZ, GIOVANNA MUSCAGLIONE giusta procura speciale a margine del controricorso e ricorso incidentale;

– ricorrente incidentale –

AINFOPERSONE3contro

UGF ASSICURAZIONI SPA (OMISSIS), incorporante l’AURORA ASSICURAZIONI SPA, in persona del legale rappresentante pro tempore dr.ssa G.G., elettivamente domiciliata in ROMA, V. COLA DI RIENZO 149, presso lo studio dell’avvocato MARCO LANZILAO, rappresentata e difesa dall’avvocato SALVATORE CARAGLIANO giusta procura speciale a margine del controricorso e ricorso incidentale del 10/5/2011;

Sinistro stradale - incidente stradale - uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso - determinazione quantum …

Sinistro stradale – incidente stradale – uso del casco-incidente moto, risarcimento-concorso – determinazione quantum …

– controricorrente all’incidentale –

e contro

L.R.G. (OMISSIS), S.L.A. (OMISSIS), L.R.S. (OMISSIS), L.R. D.A. (OMISSIS), A.L., FONDIARIA SAI SPA (OMISSIS), ST.AN., P.S.E., ST.VI., ST.VA.GR., S. G., ASSITALIA ASSICURAZIONI;

– intimati –

nonchè da:

UGF ASSICURAZIONI SPA (OMISSIS), incorporante l’AURORA ASSICURAZIONI SPA, in persona del legale rappresentante pro tempore dr.ssa G.G., elettivamente domiciliata in ROMA, V. COLA DI RIENZO 149, presso lo studio dell’avvocato MARCO LANZILAO, rappresentata e difesa dall’avvocato SALVATORE CARAGLIANO giusta procura speciale a margine del controricorso e ricorso incidentale;

– ricorrente incidentale –

contro

L.R.G. (OMISSIS), S.L.A. (OMISSIS), L.R.S. (OMISSIS), L.R. D.A. (OMISSIS), A.L., ST. A., P.S.E., ST.VI., FONDIARIA SAI SPA (OMISSIS), COMUNE CATANIA, ASSITALIA ASSICURAZIONI, ST.VA.GR.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 1154/2010 della CORTE D’APPELLO di CATANIA, depositata il 19/10/2010, R.G.N. 2069/2005;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 20/06/2014 dal Consigliere Dott. DANILO SESTINI;

udito l’Avvocato SALVATORE SURIANO;

udito l’Avvocato MARIA ANTONIETTA PERILLI;

udito l’Avvocato ANGELO LANZILAO per delega;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. SGROI Carmelo, che si oppone al rinvio, chiede il rigetto di tutti i ricorsi.

Svolgimento del processo

I genitori e i fratelli di L.R.C., deceduto in occasione di un incidente avvenuto in (OMISSIS), convenivano in giudizio gli eredi di St.Gi. (conducente del motoveicolo in cui era trasportato il predetto L.R.C.), A.L. (conducente dell’autovettura che si era scontrata col ciclomotore) e la sua compagnia assicuratrice MEIE s.p.a., nonchè la SAI s.p.a.

(quale impresa designata dal F.G.V.S. in quanto il motoveicolo era privo di copertura assicurativa) e il Comune di Catania, chiedendo la condanna solidale dei convenuti al pagamento di L. 150 milioni per ciascuno dei genitori e di L. 60 milioni per ciascuno dei fratelli.

Il Tribunale di Catania definiva il giudizio (in cui era rimasto contumace il solo A.) individuando la responsabilità del sinistro a carico del Comune, dell’ A. e dello St. (nelle rispettive misure del 40%, 35% e 25%), escludendo un concorso della vittima nella determinazione dell’esito letale e riconoscendo agli attori un risarcimento di Euro 65.000,00 a favore di ciascuno dei genitori e di Euro 25.000,00 a favore di ciascuno dei fratelli di L. R.C.

La decisione veniva parzialmente riformata dalla Corte di Appello di Catania che rideterminava il risarcimento in Euro 121.176,27 a favore di ciascun genitore ed in Euro 48.470,51 a favore di ciascun fratello.

Ricorrono per cassazione gli eredi di L.R.C., affidandosi ad un unico motivo concernente il quantum liquidato; resistono a mezzo di controricorso sia la U.G.F. s.p.a. che il Comune di Catania;

entrambi propongono anche ricorso incidentale basato su un unico articolato motivo; la U.G.F. resiste al ricorso del Comune a mezzo di controricorso. I ricorrenti principali hanno depositato memoria.

Motivi della decisione

1. I congiunti del L.R. deducono “omessa, insufficiente e contraddittoria motivazione circa un punto decisivo della controversia in relazione alla violazione dell’art. 360 c.p.c., n. 5”, censurando la sentenza impugnata perchè, pur avendo “dichiarato di accogliere il motivo di appello relativo alla … esiguità del risarcimento del danno morale” e pur avendo ritenuto congrui gli importi di Euro 225.000,00 per ciascun genitore e di Euro 75.988,50 per ciascun fratello (pari ai valori medi delle tabelle elaborate dal Tribunale di Milano e recepite dai giudici catanesi), ha “immotivatamente ed inspiegabilmente, nel successivo paragrafo”, liquidato Euro 121.176,27 a ciascun genitore ed Euro 48.470,51 a ciascun fratello.

1.1. Il motivo – dedotto sotto il profilo della contraddittorietà della motivazione – è infondato.

La Corte ha ben spiegato che la richiesta originaria degli attori era di L. 150 milioni per ciascun genitore e di L. 60 milioni per ciascun fratello, oltre rivalutazione monetaria; che la successiva richiesta – formulata in sede di precisazione delle conclusioni – di liquidare il danno “nella misura indicata in citazione o comunque nella maggior somma che sarà ritenuta” costituiva “domanda nuova introdotta tardivamente in causa, sulla quale, tra l’altro, il difensore dell’Aurora s.p.a. dichiarò espressamente di non accettare il contraddittorio”; che dunque l’appello poteva essere accolto “entro i limiti della domanda spiegata”, ossia nell’importo risultante dall’applicazione della rivalutazione monetaria sugli importi originariamente richiesti dagli attori (precisa testualmente la Corte: “In tale ambito, agli appellanti può … essere riconosciuta soltanto la minor somma rappresentata da quella originariamente richiesta e rivalutata ad oggi”).

1.2. Va escluso, pertanto, che sussista una qualche contraddittorietà della pronuncia impugnata e deve rilevarsi, per altro verso, che non risulta specificamente censurata la ratio della decisione, fondata – come detto – sulla novità della domanda e sull’impossibilità di riconoscere il risarcimento per un importo superiore a quello originariamente richiesto.

2. Col proprio ricorso incidentale (articolato sub “1) violazione e/o falsa applicazione di norme di diritto art. 171 C.d.S. … nonchè artt. 1227 e 1914 c.c., con riferimento all’art. 360 c.p.c., n. 3” e sub “1a) Insufficiente motivazione della sentenza circa un punto decisivo della controversia – ancora art. 171 C.d.S., artt. 1227 e 1914 c.c., con riferimento all’art. 360 c.p.c., n. 5”), la U.G.F. censura la mancata affermazione di un concorso colposo – nella determinazione del danno – della vittima L.R.C., in relazione al fatto che il giovane non aveva indossato il casco protettivo e alla circostanza che era salito a bordo di un motociclo condotto da persona non munita di patente di guida.

2.1. In merito al mancato utilizzo del casco, la Corte ha rilevato che, all’esito della C.T.U. medico-legale, era emerso che “non era possibile stabilire se l’uso del casco regolamentare avrebbe potuto evitare il decesso del L.R.” e che, “ove l’indagine sul concorso di colpa della vittima … non porti a risultati certi – come è accaduto nella fattispecie (v. conclusioni del C.T.U. …) l’esito non può che ridondare a danno del debitore danneggiante”; ha osservato, inoltre, che non poteva neppure ipotizzarsi una condotta colposa del danneggiato in quanto l’obbligatorietà dell’utilizzo del casco per il trasportato era stata introdotta da una norma successiva ai fatti di causa.

2.3. La correttezza del primo assunto della Corte circa le conseguenze della prova insufficiente del concorso colposo della vittima (cfr., ex multis, Cass. n. 4954/2007: “in tema di concorso del fatto colposo del danneggiato nella produzione dell’evento dannoso, a norma dell’art. 1227 c.c. – applicabile, per l’espresso richiamo contenuto nell’art. 2056 c.c., anche nel campo della responsabilità extracontrattuale – la prova che il creditore- danneggiato avrebbe potuto evitare i danni dei quali chiede il risarcimento usando l’ordinaria diligenza deve essere fornita dal debitore-danneggiante che pretende di non risarcire, in tutto o in parte, il creditore”) rende privo di interesse il profilo relativo all’esistenza dell’obbligo di indossare il casco (in relazione al quale il ricorrente deduce l’erronea applicazione dell’art. 171 C.d.S., vigente all’epoca del fatto): essendo indimostrata l’efficienza causale – rispetto al decesso – dell’omesso impiego della protezione, risulta, infatti, del tutto irrilevante l’indagine sulla violazione del relativo obbligo da parte del trasportato.

2.4. Sul secondo punto, la Corte ha osservato: “quanto alla mancata considerazione della consapevolezza da parte del trasportato che il conducente era privo di abilitazione alla guida, la censura è inammissibile per genericità”.

2.5. Atteso che la U.F.G. non ha censurato tale dichiarazione di inammissibilità (ma ha formulato una doglianza che ripropone la questione della rilevanza della consapevolezza che il L.R. doveva avere del fatto che lo St. era sprovvisto della patente di guida), la censura risulta inammissibile in quanto non è pertinente all’effettiva ratio decidendi.

3. Il ricorso incidentale del Comune (che deduce “omessa, insufficiente e contraddittoria motivazione circa un punto decisivo della controversia …, con riferimento al capo di sentenza riguardante la percentuale di colpa attribuita al Comune di Catania nel sinistro”) è inammissibile, in quanto, senza prospettare specifici vizi motivazionali, sollecita un diverso apprezzamento degli elementi istruttori in funzione di una riduzione del concorso colposo dell’Ente, demandando alla Corte una non consentita rivalutazione del fatto.

4. La reciproca soccombenza giustifica l’integrale compensazione delle spese di lite.

P.Q.M.

la Corte rigetta sia il ricorso principale che i ricorsi incidentali, compensando le spese di lite.

Così deciso in Roma, il 20 giugno 2014.

Depositato in Cancelleria il 31 ottobre 2014

 

Incidente stradale- dinamica dell’incidente-coinvolgimento veicolo sconosciuto-responsabilità civile-camion- fondo vittime della strada INCIDENTE SINISTRO CIRCOLAZIONE STRADALE RISARCIMENTO DANNI… AUTOSTRADE, INCIDENTI MORTALI GRAVI FERITI, AVVOCATO INCIDENTI STRADALI , INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI,RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Aosta, AVVOCATO INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Torino
,Alessandria,
Asti,
Biella,
Cuneo,
Novara,
Verbano-Cusio-Ossola
Vercelli, AVVOCATO PER INCIDENTI STRADALI CAMION, INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Genova
,Imperia
,La Spezia
Savona AVVOCATO INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Milano
Bergamo
Brescia
Como
Cremona
Lecco
Lodi
Mantova
Monza e Brianza
Pavia
Sondrio
Varese, AVVOCATO PER INCIDENTI STRADALI CAMION INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A 
Trento
Bolzano, AVVOCATO PER INCIDENTI STRADALI CAMION INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI Venezia
Belluno
Padova‎
Rovigo
Treviso
Verona
Vicenza, AVVOCATO PER GRAVI INCIDENTI STRADALI CAMION INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A 
Trieste
Gorizia
Pordenone
Udine, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI CAMION INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Bologna
Cesena
Ferrara
Forlì
Modena
Parma
Piacenza
Ravenna
Reggio Emilia
Rimini, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI CAMION INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Firenze
Arezzo
Grosseto
Livorno
Lucca
MassaCarrara
Pisa‎
Pistoia
Prato
Siena, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Perugia
Terni, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI AAncona
Ascoli Piceno
Fermo
Macerata
Pesaro-Urbino, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Roma
Frosinone
Latina
Rieti
Viterbo, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A L’Aquila
Chieti
Pescara
Teramo incidenti stradali risarcimento, incidenti stradali risarcimento danni, incidenti stradali risarcimento danni fisici, incidenti stradali risarcimento diretto, incidenti stradali risarcimento del danno tabelle Milano , risarcimento incidenti stradali tabelle, risarcimento incidenti stradali mortali ,risarcimento incidenti stradali mortali ,risarcimento assicurazione, incidenti stradali risarcimento per incidenti stradali ,incidenti stradali risarcimento danni, incidenti stradali risarcimento danni fisici,incidenti stradali risarcimento, incidenti stradali risarcimento diretto, incidenti stradali risarcimento del danno, tabelle risarcimento incidenti stradali, tabelle risarcimento incidenti stradali mortali, risarcimento incidenti stradali morta li, risarcimento assicurazione incidenti strada risarcimento per incidenti stradali calcolo risarcimento incidenti stradali, incidenti stradali risarcimento danni ,incidenti stradali risarcimento danni fisici incidenti stradali risarcimento diretti incidenti stradali risarcimento del danni, risarcimento danni da incidenti stradali, risarcimento danni per incidenti stradali, incidenti stradali mortali risarcimento danni, incidenti stradali risarcimento danni fisici, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Campobasso
Isernia, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Avellino
Benevento
Caserta
Salerno, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Bari
, Andria
, Barletta
,Brindisi
 ,Foggia
,Lecce
,Taranto,
Trani, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Potenza e 
Matera, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Catanzaro
,Cosenza,
Crotone,
Reggio Calabria
,Vibo Valentia, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A 
Palermo
Agrigento,
Caltanissetta,
Catania,
Enna,
Messina,
Ragusa
,Siracusa
,Trapani, incidenti stradali risarcimento, incidenti stradali risarcimento danni, CHIAMA SUBITO PRIMA MI CHIAMI PRIMA OTTENIAMO IL GIUSTO RISARICMENTO AVVOCATO INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Genova
,Imperia
,La Spezia
Savona, AVVOCATO INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Milano
Bergamo
Brescia
Como
Cremona
Lecco
Lodi
Mantova
Monza e Brianza
Pavia
Sondrio
Varese, AVVOCATO INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A 
Trento
Bolzano, AVVOCATO INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI Venezia 
Belluno
, Padova, Vicenza Rovigo Treviso, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A 
Trieste
 Gorizia, 
Pordenone
Udine, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Bologna
Cesena
 Fer rara
 Forlì
 Modena
 Parma
 Piacenza
 Ravenna
 Reggio Emilia
 Rimini, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Firenze
 Arezzo
 Grosseto
 Livorno 
Lucca
 MassaCarrara
 Pisa‎
 Pistoia
 Prato
 Siena, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Perugia
Terni, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Ancona
 Ascoli Piceno
 Fermo
Macerata
Pesaro-Urbino. incidenti stradali risarcimento, incidenti stradali risarcimento danni, incidenti stradali risarcimento danni fisici, incidenti stradali risarcimento diretto, incidenti stradali risarcimento del danno tabelle Milano , risarcimento incidenti stradali tabelle, risarcimento incidenti stradali mortali ,risarcimento incidenti stradali mortali ,risarcimento assicurazione, incidenti stradali risarcimento per incidenti stradali ,incidenti stradali risarcimento danni, incidenti stradali risarcimento danni fisici,incidenti stradali risarcimento, incidenti stradali risarcimento diretto, incidenti stradali risarcimento del danno, tabelle risarcimento incidenti stradali, tabelle risarcimento incidenti stradali mortali, risarcimento incidenti stradali mortali, risarcimento assicurazione incidenti strada risarcimento per incidenti stradali calcolo risarcimento incidenti stradali, incidenti stradali risarcimento danni ,incidenti stradali risarcimento danni fisici incidenti stradali risarcimento diretti incidenti stradali risarcimento del danni, risarcimento danni da incidenti stradali, risarcimento danni per incidenti stradali, incidenti stradali mortali risarcimento danni, incidenti stradali risarcimento danni fisici, 1) IL TERZO TRASPORTATO DEVE ESSERE SEMPRE RISARCITOMA PUO’ ESSERE APPLICATA UN RIDUZIONE DEL RISARCIMENTO SE AD ESEMPIO NON AVEVA LE CINTURELe compagnie di assicurazione possono cercare un concorso di colpa se il trasportato non aveva le cinture di sicurezza.In ogni caso il trasportato ha sempre diritto al risarcimento danni in caso di lesioni o decesso nell’incidente stradale 2) I FAMIGLIARI O PARENTI STRETTI ANCHE SE NON CONVIVENTI DEL TRASPORTATO HANNO DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO IN CASO DI DECESSO DEL PROPRIO CONGIUNTO CHE ERA TRASPORTATO DA TERZI 3) Fatevi seguire da un avvocato esperto di gravi danni da incidente stradale chiamate subito l’avvocato Sergio Armaroli 051/6447838 non importa se abiti a Milano o Asti,o Trieste, o Pordenone o Rovigo io verrò da te se lo desideri e insieme valuteremo il tuo caso con attenzione Capisco benissimo la tua sofferenza e il tuo stato d’animo, ma ahimè devi farti forza,e chiamare un avvocato esperto Anche se è molto difficile, in questi eventi, è importante restare lucidi e affidarti a persone competenti in grado di darti una mano a risolvere i problemi riguardanti un sinistro stradale con vittime, tutto con tranquillità per farti ritrovare pian piano la serenità persa! Il mio studio è affiancato anche da un valido psicologo che offre assistenza a familiari di persone decedute in sinistri stradali e nel mio lavoro al primo posto ci sono i miei clienti e il mio obiettivo principale è quello di far ottenere loro il giusto risarcimento danni per la perdita di un familiare in incidente stradale e far valere i loro diritti. AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Roma
Frosinone
Latina
Rieti
Viterbo, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A L’Aquila
Chieti
Pescara
Teramo, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Campobasso
Isernia, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Avellino
Benevento
Caserta
Salerno, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Bari
, Andria
, Barletta
,Brindisi
 ,Foggia
,Lecce
,Taranto,
Trani, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Potenza e 
Matera, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A Catanzaro
,Cosenza,
Crotone,
Reggio Calabria
,Vibo Valentia, AVVOCATO GRAVI INCIDENTI STRADALI INCIDENTI STRADALI, INCIDENTI MORTALI RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI A 
Palermo
Agrigento,
Caltanissetta,
Catania,
Enna,
Messina,
Ragusa
,Siracusa
,Trapani

CHIAMA SUBITO PRIMA MI CHIAMI PRIMA OTTENIAMO IL GIUSTO RISARCIMENTO Valori medi di liquidazione per giorno per danno non patrimoniale da inabilità assoluta (100%) da € 96,00 a (aumentabile fino al 50%) € 144,00 Danno non patrimoniale per la morte del congiunto DA A A FAVORE DI CIASCUN GENITORE PER LA MORTE DI UN FIGLIO 163.080,00 326.150,00 A FAVORE DEL FIGLIO PER MORTE DI UN GENITORE 163.080,00 326.150,00 A FAVORE DEL CONIUGE (NON-SEPARATO) O DEL CONVIVENTE SOPRAVVISSUTO 163.080,00 326.150,00 A FAVORE DEL FRATELLO PER MORTE DI UN FRATELLO 23.600,00 141.620,00 A FAVORE DEL NONNO PER MORTE DI UN NIPOTE
LE MATERIE TRATTATE DALLO STUDIO LEGALE A BOLOGNA DELL’AVVOCATO SERGIO ARMAROLI AVVOCATO BOLOGNA: CHIAMA SUBITO IL NUMERO 051/6447838 STUDIO LEGALE A BOLOGNA DELL’AVVOCATO SERGIO ARMAROLI PER SEPARAZIONI DIVORZI ,PERSONE E FAMIGLIA AVVOCATO BOLOGNA CONSULENZA LEGALE A BOLOGNA -SEPARAZIONE DEI CONIUGI: SEPARAZIONE CONSENSUALE E SEPARAZIONE GIUDIZIALE (SCIOGLIMENTO MATRIMONIO/CESSAZIONE EFFETTI CIVILI MATRIMONIO CONCORDATARIO) – ALIMENTI,DIRITTO DI ALIMENTI,AVVOCATO BOLOGNA – ASSEGNO DI MANTENIMENTO ,ASSEGNO DIVORZILE,AVVOCATO BOLOGNA – ADOZIONE, – DECADENZA DELLA POTESTÀ DEI GENITORI – ACCERTAMENTO GIUDIZIALE DELLA PATERNITÀ – CASA CONIUGALE,ASSEGNAZIONE CASA CONIUGALE -AFFIDAMENTO DEI FIGLI NELLA SEPARAZIONE – AFFIDAMENTO DEI FIGLI MINORENNI DI PERSONE CONVIVENTI MORE UXORIO – ADOZIONE – DISCONOSCIMENTO DELLA PATERNITÀ – AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO, INTERDIZIONE, INABILITAZIONE, CAMBIAMENTO DEL NOME E DEL COGNOME CONSULENZA LEGALE A BOLOGNA ,AVVOCATO BOLOGNA STUDIO LEGALE A BOLOGNA DELL’AVVOCATO SERGIO ARMAROLI PER SEPARAZIONI DIVORZI ,PERSONE E FAMIGLIA 1)DANNI DA FABBRICATI 2)DANNI DA LESIONI VOLONTARIE (PERCOSSE ECC ECC ) 3)DANNI DA DIFFAMAZIONE ANCHE A MEZZO STAMPA 4)RESPONSABILITÀ DEL MEDICO E DELL’OSPEDALE,RESPONSABILITÀ DA MANCATA DIAGNOSI 5)SINISTRI STRADALI E INCIDENTI STRADALI A BOLOGNA, A CENTO, A SAN PIETRO IN CASALE A FERRARA A VERCELLI A ASTI E IN TUTTA ITALIA . 6)SINISTRI STRADALI E INCIDENTI STRADALI MORTALI CON ATTENZIONE AL RISARCIMENTO DEI DANNI AL CONGIUNTO 7)INSIDIE STRADALI E RISARCIMENTO DANNI DA INSIDIE STRADALI