051 644 7838 [email protected]
Bologna separazione non consensuale Bologna separazione giudiziale come funziona Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura Bologna separazione giudiziale e consensuale Bologna iter separazione non consensuale Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale Bologna separazione giudiziale novità Bologna motivi per separazione giudiziale

Bologna separazione non consensuale Bologna separazione giudiziale come funziona Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura Bologna separazione giudiziale e consensuale Bologna iter separazione non consensuale Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale Bologna separazione giudiziale novità Bologna motivi per separazione giudiziale

AVVOCATO PER DIRITTO DI FAMIGLIA BOLOGNA

  • separazione consensuale

    divorzio

    separazione

    divorzio congiunto

    separazione giudiziale

    separazione e divorzio

    costo divorzio

    separazione legale

    divorzio giudiziale

    mantenimento figli

    separazione consensuale costi

    affidamento congiunto

    costo divorzio consensuale

    separazione con addebito

    legge divorzio

    assegno di mantenimento

    divorzio costi

    separazione consensuale senza avvocato

    affidamento condiviso

    legge sul divorzio

    documenti per divorzio

    separazione di fatto

    avvocati online

    assegno divorzile

    come divorziare

    separazioni e divorzi

    costo separazione consensuale

    separazioni consensuali Devi affrontare il difficile passo della separazione e del divorzio, puoi rivolgerti a me per una consulenza e io ti illustrero’ i diversi scenari possibili, le procedure da seguire e gli adempimenti richiesti dalla legge.

  • coppia-in-lite

 

BOLOGNA

 

separazione consensuale
divorzio
separazione
divorzio congiunto
separazione giudiziale
separazione e divorzio
costo divorzio
separazione legale
divorzio giudiziale
mantenimento figli
separazione consensuale costi
affidamento congiunto
costo divorzio consensuale
separazione con addebito
legge divorzio
assegno di mantenimento
divorzio costi
separazione consensuale senza avvocato
affidamento condiviso
legge sul divorzio
documenti per divorzio
separazione di fatto
avvocati online
assegno divorzile
come divorziare
separazioni e divorzi
costo separazione consensuale
separazioni consensuali Devi affrontare il difficile passo della separazione e del divorzio, puoi rivolgerti a me per una consulenza e io ti illustrero’ i diversi scenari possibili, le procedure da seguire e gli adempimenti richiesti dalla legge.

Con il divorzio (introdotto e disciplinato con la legge 1.12.1970 n. 898) viene invece pronunciato lo scioglimento del matrimonio o la cessazione degli effetti civili (

. Col divorzio vengono a cessare definitivamente gli effetti del matrimonio, sia sul piano personale (uso del cognome del marito, presunzione di concepimento, etc.), sia sul piano patrimoniale.

AFOTOGRAFICA1

La cessazione del matrimonio produce effetti dal momento della sentenza di divorzio, senza che essa determini il venir meno dei rapporti stabiliti in costanza del vincolo matrimoniale. Solo a seguito di divorzio il coniuge può pervenire a nuove nozze.

mancato pagamento alimenti precetto reato mancato pagamento alimenti mancato pagamento alimenti figli maggiorenni mancato pagamento alimenti moglie mancato pagamento alimenti figli minorenni querela mancato pagamento alimenti denuncia mancato pagamento alimenti mancato pagamento alimenti penale

mancato pagamento alimenti precetto
reato mancato pagamento alimenti
mancato pagamento alimenti figli maggiorenni
mancato pagamento alimenti moglie
mancato pagamento alimenti figli minorenni
querela mancato pagamento alimenti
denuncia mancato pagamento alimenti
mancato pagamento alimenti penale

 

Qual è la differenza tra separazione consensuale e separazione giudiziale?

Nella separazione consensuale sussiste un accordo tra i coniugi in ordine alle condizioni (personali e patrimoniali) della separazione stessa. Il Tribunale si limita ad omologare tale accordo (cioè ad assicurarsi che siano rispettati i diritti di ciascun coniuge e della eventuale prole) mediante decreto.

 

 

Bologna separazione non consensuale Bologna separazione giudiziale come funziona Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura Bologna separazione giudiziale e consensuale Bologna iter separazione non consensuale Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale Bologna separazione giudiziale novità Bologna motivi per separazione giudiziale

Bologna separazione non consensuale Bologna separazione giudiziale come funziona Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura Bologna separazione giudiziale e consensuale Bologna iter separazione non consensuale Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale Bologna separazione giudiziale novità Bologna motivi per separazione giudiziale

 

 

 

Separazione giudiziale tempi?

La separazione giudiziale è una normale causa di merito, e richiede degli anni, perché spesso con la separazione giudiziale si chiede l’addebito del coniuge, o si litiga per affido figli o assegnazione casa coniugale

L’atto che dà il via al procedimento giudiziale è il deposito del ricorso da parte di uno dei due coniugi contro l’altro. Nel ricorso viene anche indicato se si desideri o meno richiedere l’addebito della separazione. Bisogna calcolare un tempo intorno ai 3 – 4 mesi prima che il Tribunale convochi i coniugi per la prima udienza.

 

DIRITTO DI FAMIGLIA BOLOGNA AVVOCATO COME RISOLVERE LA TUA SEPARAZIONE

SEPARAZIONE GIUDIZIALE TEMPI Ricorso separazione giudiziale

Con il divorzio (introdotto e disciplinato con la legge 1.12.1970 n. 898) viene invece pronunciato lo scioglimento del matrimonio o la cessazione degli effetti civili (se è stato celebrato matrimonio concordatario con rito religioso, cattolico o di altra religione riconosciuta dalla Stato italiano).

 

Bologna separazione non consensuale

Bologna separazione giudiziale come funziona

Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura

Bologna separazione giudiziale e consensuale

Bologna iter separazione non consensuale

Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale

Bologna separazione giudiziale novità

Bologna motivi per separazione giudiziale

 

 

 

 

 

In caso di separazione giudiziale, i tempi si allungano notevolmente, equiparandosi a quelli di una ordinaria controversia civile, in media 2-3 anni. I tempi necessari per la separazione giudiziale possono essere anche più lunghi, ad esempio nel caso in cui ci sia un appello o un ricorso in cassazione

Sentenza separazione giudiziale

Al termine del dibattimento il Giudice esprime attraverso la sentenza di separazione giudiziale i termini che regoleranno gli accordi fra i coniugi e riconosce ad uno dei due la vittoria della causa. Ciò avviene spesso dopo una serie di udienze che allungano il procedimento

In ogni caso, la Separazione Giudiziale può essere chiesta da uno dei coniugi tutte le volte in cui si verificano determinati fatti che rendono intollerabile la prosecuzione della convivenza o recano grave pregiudizio all’educazione della prole.

 

Ricapitolando i presupposti della separazione giudiziale sono:

 

Intollerabilità della convivenza che tra l’altro può anche non dipendere dal comportamento di uno dei coniugi.

Grave pregiudizio per l’educazione dei figli.

 

separazione consensuale costi affidamento congiunto costo divorzio consensuale separazione con addebito legge divorzio assegno di mantenimento divorzio costi separazione consensuale senza avvocato affidamento condiviso legge sul divorzio documenti per divorzio separazione di fatto avvocati online assegno divorzile come divorziare separazioni e divorzi costo separazione consensuale separazioni consensuali Devi affrontare il difficile passo della separazione e del divorzio, puoi rivolgerti a me per una consulenza e io ti illustrero’ i diversi scenari possibili, le procedure da seguire e gli adempimenti richiesti dalla legge.-in-lite

separazione consensuale costi affidamento congiunto costo divorzio consensuale separazione con addebito legge divorzio assegno di mantenimento divorzio costi separazione consensuale senza avvocato affidamento condiviso legge sul divorzio documenti per divorzio separazione di fatto avvocati online assegno divorzile come divorziare separazioni e divorzi costo separazione consensuale separazioni consensuali Devi affrontare il difficile passo della separazione e del divorzio, puoi rivolgerti a me per una consulenza e io ti illustrero’ i diversi scenari possibili, le procedure da seguire e gli adempimenti richiesti dalla legge.

La separazione di tipo giudiziale può essere chiesta, quando si verificano, anche indipendentemente dalla volontà di uno o di entrambi i coniugi, fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o da recare grave pregiudizio all’educazione della prole.

 

A differenza della separazione consensuale, la separazione giudiziale implica l’instaurarsi di una vera e propria lite giudiziale.

 

 

Il giudice, pronunziando la separazione, dichiara, ove ne ricorrano le circostanze e solo se ciò sia richiesto da uno dei coniugi o da entrambi, a quale dei coniugi sia addebitabile la separazione, in considerazione del comportamento contrario ai doveri che derivano dal matrimonio.

 

 

Peculiarità della separazione giudiziale, è pertanto la possibilità dell’addebito della separazione ad uno dei coniugi.

 

 

 

 

Bologna separazione non consensuale

Bologna separazione giudiziale come funziona

Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura

Bologna separazione giudiziale e consensuale

Bologna iter separazione non consensuale

Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale

Bologna separazione giudiziale novità

Bologna motivi per separazione giudiziale

Diversi sono i comportamenti ed i fatti che possono portare all’addebito di una separazione. Prescindendo da evidenti ipotesi di comportamenti contrari ai doveri matrimoniali:

Tradimento

Mancati rapporti sessuali

Abbandono tetto coniugale

come violenze domestiche,

commissione di reati da parte di un coniuge nei confronti dell’altro,

vi sono altri comportamenti che pur non trovando espresso riferimento in supporti normativi, vengono valutati dai Tribunali per l’addebito della separazione; tra questi ricordiamo le vessazioni psicologiche, il rifiuto nell’esercitare l’atto sessuale, l’estrema gelosia, l’atteggiamento del coniuge più facoltoso che fa mancare all’altro i mezzi di sostentamento, ecc.

 

Bologna

 

AS14 

 

 

 

 

DIRITTO DI FAMIGLIA BOLOGNA AVVOCATO COME RISOLVERE LA TUA SEPARAZIONE

SEPARAZIONE GIUDIZIALE TEMPI Ricorso separazione giudiziale

 

Il Diritto di famiglia: evoluzione storica e prospettive di riforma;

Lo stato unico dei figli. La l.n. 219/12 e il d.lgs. n. 154/2013;

La famiglia nella Costituzione e nelle norme sovranazionali;

Il matrimonio;

I rapporti personali fra coniugi;

I rapporti patrimoniali fra coniugi;

La crisi coniugale;

Gli effetti della separazione e del divorzio nei rapporti tra coniugi;

Esercizio della responsabilità genitoriale a seguito di separazione, scioglimento, cessazione degli effetti civili, annullamento, nullità del matrimonio ovvero all’esito di procedimenti relativi ai figli nati fuori dal matrimonio;

Le convivenze;

Il rapporto genitori-figli;

L’accertamento dello stato di filiazione;

La procreazione medicalmente assistita;

L’adozione e l’affidamento;

La parentela, l’obbligo alimentare e la solidarietà familiare;

La responsabilità civile nelle relazioni familiari.

 

diritto di famiglia;

 

Art. 269 del codice civile. Dichiarazione giudiziale di paternità e maternità. La paternità e la maternità naturale possono essere giudizialmente dichiarate nei casi in cui il riconoscimento è ammesso. La prova della paternità e della maternità può essere data con ogni mezzo. La maternità è dimostrata provando la identità di colui che si pretende essere figlio e di colui che fu partorito dalla donna, la quale si assume essere madre. La sola dichiarazione della madre e la sola esistenza di rapporti tra la madre e il preteso padre all'epoca del concepimento non costituiscono prova della paternità naturale. Art. 273 del codice civile. Azione nell'interesse del minore o dell'interdetto. L'azione per ottenere che sia giudizialmente dichiarata la paternità o la maternità naturale può essere promossa, nell'interesse del minore, dal genitore che esercita la potestà prevista dall'articolo 316 o dal tutore. Il tutore però deve chiedere l'autorizzazione del giudice, il quale può anche nominare un curatore speciale. Occorre il consenso del figlio per promuovere o per proseguire l'azione se egli ha compiuto l'età di sedici anni. Per l'interdetto l'azione può essere promossa dal tutore previa autorizzazione del giudice. Il tribunale dei minorenni ordinerà al presunto padre di sottoporsi al Test del DNA, al fine di accertare la paternità. Il rifiuto da parte del padre, a sottoporsi al test del DNA (con prelievo del sangue) comporta in concreto, l'ammissione di paternità, per giurisprudenza consolidata (vedi ad esempio sentenza del tribunale dei minorenni di L'Aquila del 19/04/2007). La madre non può impedire al padre di riconoscere il figlio; il figlio ha diritto di avere un padre ed una madre. Ha diritto di essere educato e mantenuto da un padre ed una madre !!! Ai sensi dell'articolo 250, comma 4 del codice civile, la madre non può impedire il riconoscimento del padre, laddove questo comportamento non risponda all'interesse del figlio.

Art. 269 del codice civile. Dichiarazione giudiziale di paternità e maternità.
La paternità e la maternità naturale possono essere giudizialmente dichiarate nei casi in cui il riconoscimento è ammesso.
La prova della paternità e della maternità può essere data con ogni mezzo.
La maternità è dimostrata provando la identità di colui che si pretende essere figlio e di colui che fu partorito dalla donna, la quale si assume essere madre.
La sola dichiarazione della madre e la sola esistenza di rapporti tra la madre e il preteso padre all’epoca del concepimento non costituiscono prova della paternità naturale.
Art. 273 del codice civile. Azione nell’interesse del minore o dell’interdetto.
L’azione per ottenere che sia giudizialmente dichiarata la paternità o la maternità naturale può essere promossa, nell’interesse del minore, dal genitore che esercita la potestà prevista dall’articolo 316 o dal tutore. Il tutore però deve chiedere l’autorizzazione del giudice, il quale può anche nominare un curatore speciale.
Occorre il consenso del figlio per promuovere o per proseguire l’azione se egli ha compiuto l’età di sedici anni.
Per l’interdetto l’azione può essere promossa dal tutore previa autorizzazione del giudice.
Il tribunale dei minorenni ordinerà al presunto padre di sottoporsi al Test del DNA, al fine di accertare la paternità. Il rifiuto da parte del padre, a sottoporsi al test del DNA (con prelievo del sangue) comporta in concreto, l’ammissione di paternità, per giurisprudenza consolidata (vedi ad esempio sentenza del tribunale dei minorenni di L’Aquila del 19/04/2007).
La madre non può impedire al padre di riconoscere il figlio; il figlio ha diritto di avere un padre ed una madre. Ha diritto di essere educato e mantenuto da un padre ed una madre !!!
Ai sensi dell’articolo 250, comma 4 del codice civile, la madre non può impedire il riconoscimento del padre, laddove questo comportamento non risponda all’interesse del figlio.

Bologna separazione non consensuale

Bologna separazione giudiziale come funziona

Bologna separazione giudiziale trasformata in consensuale procedura

Bologna separazione giudiziale e consensuale

Bologna iter separazione non consensuale

Bologna quanto tempo dura una separazione giudiziale

Bologna separazione giudiziale novità

Bologna motivi per separazione giudiziale

matrimonio; Promessa di matrimonio; Impedimenti matrimoniali; Invalidità del matrimonio; Effetti dell’invalidità del matrimonio; Diritti e doveri matrimoniali; Alimenti; I regimi patrimoniali tra coniugi; Convenzioni matrimoniali; Comunione legale; Pubblicità; Fondo patrimoniale; Impresa familiare; Separazione giudiziale; Separazioneconsensuale La riconciliazione; Il divorzio; Effetti del divorzio; Filiazione legittima; Filiazione naturale; Fecondazione medicalmente assistita; Le azioni di stato; Doveri dei genitori e diritti dei figli; Potestà; Amministrazione dei beni dei figli; Adozione ed affidamento; Adozione legittimante; Adozione in casi particolari; Adozione internazionale; Adozione di maggiorenni.

 

Separazione

Divorzio

Modifica delle condizioni di separazione/divorzio

Nullità/annullamento del matrimonio

Affidamento e mantenimento di figli di genitori non coniugati

Affidamento condiviso e esclusivo

Affidamento eterofamiliare ed affidamento ai Servizi Sociali

Casa familiare (assegnazione – divisione)

Riconoscimento e disconoscimento della paternità

Decadenza dalla potestà

Tutela frequentazione nonni/zii

Ordini di protezione \ allontanamento del coniuge e/o del convivente e/o del figlio

Mobbing familiare

Risarcimento del danno

Procedimenti ex art. 709 ter cpc e 614 bis cpc

Regime legale patrimoniale della famiglia (comunione)

Regime convenzionale patrimoniale della famiglia (separazione dei beni, fondo patrimoniale, comunione convenzionale)

Trust e fondo patrimoniale

Impresa familiare

Accordi matrimonial