051 644 7838 [email protected]

News e informazioni

a cura dell'avocato Sergio Armaroli

SEPARAZIONE BOLOGNA TRIBUNALE BOLOGNA  TRIBUNALE REGGIO EMILIA DANNO AL CONIUGE PER   COMPORTAMENTO LTRO CONIUGE CONTRARIO AI DOVERI CONIUGALI       Costituisce acquisizione ormai da tempo condivisa dalla giurisprudenza della S.C. che “Il rispetto della dignità e della personalità, nella sua interezza, di ogni componente del nucleo familiare assume il connotato di un diritto inviolabile, la cui lesione da parte di altro componente della famiglia costituisce il presupposto logico della responsabilità civile, non potendo da un lato ritenersi che diritti definiti inviolabili ricevano diversa tutela a seconda che i titolari si pongano o meno all’interno di un contesto familiare (e ciò considerato che la famiglia è luogo di incontro e di vita comune nel quale la personalità di ogni individuo si esprime, si sviluppa e si realizza attraverso l’instaurazione di reciproche relazioni di affetto e di solidarietà, non già sede di compressione e di mortificazione di diritti irrinunciabili); e dovendo dall’altro lato escludersi che la violazione dei doveri nascenti dal matrimonio – se ed in quanto posta in essere attraverso condotte che, per la loro intrinseca gravità, si pongano come fatti di aggressione ai diritti fondamentali della persona – riceva la propria sanzione, in nome di una presunta specificità, completezza ed autosufficienza del diritto di famiglia, esclusivamente nelle misure tipiche previste da tale branca del diritto (quali la separazione e il divorzio, l’addebito della separazione, la sospensione del diritto all’assistenza morale e materiale nel caso di allontanamento senza giusta causa dalla residenza familiare), dovendosi invece predicare una strutturale compatibilità degli istituti del diritto di famiglia con la tutela generale dei diritti costituzionalmente garantiti, con la conseguente, concorrente rilevanza di un dato comportamento sia ai fini della separazione o della cessazione del vincolo coniugale e delle pertinenti statuizioni di natura patrimoniale, sia (e sempre che ricorrano le sopra dette caratteristiche di gravità) quale fatto generatore di responsabilità aquiliana” (ex multis Cass. n. 9801/2005, n. 18853/2011).   

SEPARAZIONE BOLOGNA TRIBUNALE BOLOGNA  TRIBUNALE REGGIO EMILIA DANNO AL CONIUGE PER   COMPORTAMENTO LTRO CONIUGE CONTRARIO AI DOVERI CONIUGALI       Costituisce acquisizione ormai da tempo condivisa dalla giurisprudenza della S.C. che "Il rispetto della dignità e...

NEOPLASIA RITARDO DIAGNOSTICO TRIBUNALE DI BOLOGNA RESPONSABILITA’ MEDICA DANNO MALASANITA’ AVVOCATO La presente sentenza è redatta senza l’esposizione dello svolgimento del processo e con motivazione consistente nella succinta esposizione dei fatti rilevanti della causa e delle ragioni giuridiche della decisione, anche con riferimento a precedenti conformi, così come previsto dagli artt. 132 comma 2 n. 4 c.p.c. e art. 118 disp. att. c.p.c. nel testo introdotto dagli art. 45 e art. 53 della L. n. 69 del 18 giugno. 

NEOPLASIA RITARDO DIAGNOSTICO TRIBUNALE DI BOLOGNA RESPONSABILITA’ MEDICA DANNO MALASANITA’ AVVOCATO La presente sentenza è redatta senza l'esposizione dello svolgimento del processo e con motivazione consistente nella succinta esposizione dei fatti rilevanti della...

TRIBUNALE BOLOGNA CONTRATTI IMMOBILIARI COMPRAVENDITA AVVOCATO ESPERTO       In particolare, non è dato desumere se il promissario acquirente intendesse adibire il fabbricato a poliambulatorio entro, e non oltre, il termine per la stipula del definitivo, pena la perdita di ogni interesse alla conclusione dell’affare. La natura dell’attività da esercitare nell’immobile, di per sé, non è indicativa di una volontà in tal senso.  Va tenuto conto, infine e soprattutto, del comportamento delle parti posteriore alla stipulazione.  Come evidenziato da parte attrice, «una volta decorso il termine fissato per la stipula del contratto definitivo, le parti iniziavano una trattativa volta alla ricerca di un accordo risolutivo del contratto preliminare sottoscritto in data 7 aprile 2014» (cfr. p. 2 atto di citazione). 

I problemi di Paolo comprando casa Paolo è impiegato a Bologna, trova  mediante una agenzia  immobiliare un appartamento che puo’ andare benissimo per lui e il suo nucleo famigliare. La richiesta del prezzo sono trecentoventimila euro , ovviamente da saldare a rogito....

SEPARAZIONE  COME SI RISOLVE BOLOGNA  SAN GIOVANNI PERSICETO CASTELLO D’ARGILE  CENTO SAN PIETRO CASALE DISTANZA CONIUGI E AFFIDO FIGLI SEMBRA FACILE SEPARARSI MA NON LO E’ VI SONO MILLE COSE A CUI PENSARE Quanto all’affidamento, non vi sono ragioni – nonostante la distanza della residenza dei genitori – per discostarsi dall’affidamento condiviso dei minori ad entrambi i genitori, posto che esso realizza le migliori condizioni perché i minori mantengano un rapporto equilibrato e continuativo con entrambi i genitori e ne ricevano cura, istruzione ed educazione congiunte, tanto più che entrambi ne hanno fatto richiesta, così come non vi sono motivi per modificare l’attuale collocazione abitativa dei ragazzi presso il padre, con il quale da tempo risiedono. 

SEPARAZIONE  COME SI RISOLVE BOLOGNA  SAN GIOVANNI PERSICETO CASTELL OD’ARGILE  SAN PIETRO CASALE DISTANZA CONIUGI E AFFIDO FIGLI SEMBRA FACILE SEPARARSI MA NON LO E’ VI SONO MILLE COSE A CUI PENSARE Quanto all’affidamento, non vi sono ragioni - nonostante la distanza...

TRIBUNALE FERRARA PEDOPORNOGRAFIA perché, in concorso tra loro, per via telematica, operando con l’username “KazaaLitek++” ed utilizzando il client “KaZaa”, nell’ambito della connessione ad internet avvenuta in data 23.04.2004 tramite l’utenza telefonica fissa, n. (omissis) attestata presso l’indirizzo di via (omissis) n. (omissis), (omissis), (FE), mettevano in condivisione e quindi divulgavano materiale pornografico avente oggetto una minore di anni 18 ritratta nel corso di un rapporto sessuale con adulti (nella fattispecie il filmato “BabyJ-Su.avi”), rendendolo così di fatto disponibile a tutti gli utenti in quel momento collegati al medesimo servizio di file sharing o ad altri analoghi servizi che utilizzano la rete “Fasttrack” tra i quali gli Ufficiali di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni “Veneto” che agivano sotto copertura e che provvedevano a scaricare il suddetto filmato di natura pedopornografica

TRIBUNALE FERRARA PEDOPORNOGRAFIA perché, in concorso tra loro, per via telematica, operando con l'username "KazaaLitek++" ed utilizzando il client "KaZaa", nell'ambito della connessione ad internet avvenuta in data 23.04.2004 tramite l'utenza telefonica fissa, n....

Sergio Armaroli

Sergio Armaroli

Avvocato