051 644 7838 [email protected]
separazioni e divorzi avvocato specializzato esperto a Bologna e provincia

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SUBITO !!AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna

 

1,2,3, CERTO NON TI DICO CHE SIA UNA COSA FACILE, NON LO E’ ,MA PUO’ ESSER MIGLIORATA PARLANDONE E RISOLVENDO NELL’INTERESSE DEI CONIUGI E DEI FIGLI CHE NELLA SEPARAZIONE SOFFRONO SEMPRE 

separazioni e divorzi avvocato  esperto a Bologna e provincia BOLOGNA separazione con figli ?

separazione con figli come affrontarla ? separazione con figli conviventi ? separazione con figli coppie non sposate!!

 

SE MI SEPARO A CHE VANNO I FIGLI PICCOLI?

 

Quasi la totalità delle decisioni opta se non vi sono indicazioni contrarie per l’affido condiviso , con collocazione prevalente  presso la madre se i figli sono piccoli

 

 

SE MI SEPARO QUALE CONTRIBUTO DEVE VERSARE IL MARITO?

Dipende dai redditi del marito e dai redditi della moglie, dipende se vi sono figli, e se occorre pagare un affitto o un mutuo della casa coniugale.

Alcuni esempi:

1)Marta è sposata con un notaio che ha redditi per oltre trecentomila euro all’anno, Marta non lavora e ha tre figli.

 

In questo caso viene deciso un mensile di cinquemila euro mensili di cui due per Marta e Mille euro al mese per figlio, oltre alla casa coniugale e un contributo di diecimila euro per le ferie.

 

2) Giovanna è dipendente di banca reddito trentamila euro annui, il marito Paolo è funzionario della pubblica amministrazione reddito di cinquantamila euro annui,

 

Hanno due figli

 

La separazione prevede con accordo consensuale che  Paolo versi alla moglie millecinquecento euro mensili considerato anche il mantenimento per i due figli.

 

Insomma tutto dipende dai redditi della coppia, se vi sono redditi lati alto sara’ l’ assegno di mantenimento

 

 

SE MI  SEPARO A CHI VA LA CASA CONIUGALE?

Su questo vi è abbastanza  accordo nel sentenze :

Il problema dell’assegnazione della casa coniugale si pone solo quando la stessa sia di proprietà di entrambi i coniugi o del coniuge diverso da quello che ne chiede l’assegnazione.

A decidere l’assegnazione della casa coniugale è il giudice, ma solo se la coppia abbia avuto figli e questi siano minorenni o maggiorenni non autosufficienti, o portatori di handicap.

Il giudice assegna la casa coniugale al coniuge presso cui vengono collocati i figli (ossia quello presso cui i ragazzi vanno a vivere stabilmente). La legge infatti stabilisce che, quando la casa coniugale è di proprietà esclusiva di un coniuge (o quando un solo coniuge ha la titolarità esclusiva di un diritto reale) il giudice deve comunque attribuire il godimento dell’abitazione familiare a quello convivente con i figli (minorenni o maggiorenni non economicamente autosufficienti).

 

SE  NON LAVORO E MI SEPARO COSA SUCCEDE?

Il marito dovra’ provvedere al mantenimento a meno che  la separazione non venga addebitata alla moglie che  chiede la separazione

In caso di addebito della separazione non si ha diritto al mantenimento

 

 

SE MI SEPARO PERCHE’ MIA MOGLIE O MIO MARITO MI HA TRADITO COSA POSSO FARE?

 

Puoi chiedere l’addebito della separazione se ve ne sono i presupposti, non sempre il tradimento è sufficiente.

Alcune sentenze riconoscono il risarcimento danni al coniuge tradito.

separazione con figli coppie non sposate!!

 

Nonostante le novità introdotte dalla Legge n. 76/2016, o Legge Cirinnà, che ha notevolmente ampliato i diritti dei conviventi di fatto anche in caso di cessazione del rapporto, le coppie non sposate che decidono di separarsi non godono degli stessi benefici che sarebbero concessi a due coniugi. 

 

  • DEVO SEPARMI COSA SUCCEDERA’ ?
  •  
  • MA SE MI SEPARO COSA DEVO FARE?
  •  
  • SAI CHE SI TRATTA DI UN PERCORSO DIFFICILE!!
  •  
separazioni e divorzi avvocato specializzato esperto a Bologna e provincia

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SUBITO !!AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna

 

SARA la sua storia

SPASATA da 15 anni con due figli, un marito industriale, che non ama piu’!

Si innamora di un suo collega di lavoro, e il marito lo scopre,

Apriti cielo, vita impossibile, liti, anche davanti ai figli.

Sara chiede un appuntamento vuole conoscere i suoi diritti nella separazione ,ha una casa con il marito, e  conti correnti importanti, e il marito ha un altissimo reddito.

Sara vuole la separazione, vuole tornar elibera da quell’uomo che non ama piu’.

Lui è sempre assente, non è mai a casa, da anni non ha piu attenzioni per la moglie e ttrascura i figli, forse ha un’amante,

A livello econonomico è molto generoso ma non basta!!

Sara è molto sciupata, stanca depressa non ne puo’ piu’ ma ha paura a fare il passo della separazione.

I suoi genitori la criticano solo tradizionalisti, le dicono di sopportare ma Sara non ce la fa piu’.

Sara decide e si invia lettera al marito con richiesta di separazione consensuale s epossibile,

Dopo pochi giorni telefona il marito vuole un appuntamento.

Incontro il marito da solo, lui mi chiarisce i motivi della crisi, non ama piu’ la moglie da anni ha una donna  una Russa, e  accetta di separarsi consensualmente, provvedendo a ogni richiesta economica secondo le sue agiate possibilita’.

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SUBITO !!AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna - Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/.../avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov... avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA - Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione.../divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione ... Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città ... STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna 

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SUBITO !!AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna

 

DEVI SEPARARTI ? DIVORZIARE?

  • Tempismo
  • Soluzione
  • Prezzi chiari
  • rapporto diretto con l’avvocato
  • aggiornamento continuo
  • preventivo scritto
  • risultati veloci
  • informativa costante al cliente
  • preferenza soluzioni stragiudiziali
  • ascolto del cliente

 

separazioni e divorzi avvocato specializzato esperto a Bologna e provincia

separazioni e divorzi avvocato specializzato esperto a Bologna e provincia

3 benefici chiave di una separazione consensuale

1)minor litigiosita’ e malessere per i figli che spesso sono quelli che soffrono di piu’

 

2) costi molto inferiori di una separazione giudiziale

 

3) tempi molto inferiori di una separazione giudiziale

 

AVVOCATO SEPARAZIONI BOLOGNA CAPIRE I CLIENTI

E’ altrettanto frequente riscontare situazioni in cui: a) i sentimenti di malcontento e insoddisfazione aumentano in maniera progressiva; b) vengono compiuti svariati tentativi di riconciliazione per salvare il legame di coppia; c) i momenti d’intimità divengono sempre più rari; d) i partners non si trattengono dall’esternare i conflitti, anche al di fuori delle mura domestiche. 

PORRE FINE A UN PROGETTO DI COPPIA

Solitamente la separazione “consensuale” arriva dopo un processo all’interno del quale entrambi i partner prendono consapevolezza del fatto che sia opportuno porre fine al loro progetto di coppia. In ogni caso, prima di arrivare a tale consapevolezza e – cosa ancora più importante – ricominciare a rilanciarsi autonomamente, numerosi studi hanno evidenziato come la chiusura di una relazione, seppure consensuale, comporti il dover passare attraverso delle precise tappe psico-emotive:

  1. Rabbia-negazione

Sperimentata in particolar modo da chi in un certo senso ha “subito” la fine del rapporto, questa tappa contempla da un lato il cercare di negare la presenza di un problema o di tutta una serie di fattori che testimoniano la frattura irreparabile all’interno della coppia, e dall’altro il manifestare rabbia nei confronti del partner che sta mettendo in discussione la storia.

Dopo una separazione coniugale, anche se consensuale, ci si sente svuotati, affiora un senso di solitudine incolmabile ed il rischio di sprofondare nel dolore e nella depressione si fa alto. Non è possibile azzerare in poco tempo anni di condivisione di progetti, di sentimenti e soprattutto di quotidianità. Ricominciare sembra impossibile e le emozioni diventano quasi incontrollabili.

Se la separazione dal coniuge avviene perché imposta, dopo un tradimento o qualche altro atto grave, in questo caso la persona colpita si sente senza speranza, la nuova realtà che ha di fronte appare difficile da sopportare per la presenza di problemi economici, di gestione della famiglia e di un senso di abbandono che non assomiglia minimamente alla solitudine pre – matrimonio/convivenza.

DURATA DELLA FASE

La durata di questa fase può oscillare da alcune settimane a diversi anni. Gli indicatori sono di solito rappresentati da comportamenti tesi ad incrinare sempre più la relazione: scarsa attenzione verso l’altro; ricorso a toni provocatori e azioni di sabotaggio; diminuzione o azzeramento della collaborazione domestica; intensificazione delle relazioni extra-domestiche; maltrattamenti fisici e/o psicologici. Con l’andare del tempo il malcontento aumenta, le provocazioni si intensificano e la situazione diviene intollerabile, fino a raggiungere il “punto di non ritorno”. 

Magari hai davvero bisogno di divorziare, capire come gestire i figli e andare avanti con la tua vita.  Un divorzio non è mai facile, ma se sei davvero insoddisfatta della vita che hai con tuo marito, so tratta di uno stress che vale la pena affrontare per voltare pagina. Anche se non è escluso che le cause della tua infelicità possano essere altre. L’amore spesso non dura per sempre, nella “vita” di una coppia i sentimenti possono cambiare, nonostante questo il rapporto in genere rimane forte, solido, i motivi possono essere mille, non stò ad elencarli.

Amore, passione, desiderio, complicità: tutte caratteristiche che entrambi i sessi ricercano per vivere una relazione che sia l’esatto compimento di ciò che ogni essere umano ha la necessità di avere. Ma è sempre bene tenere presente che una storia sana è caratterizzata dalla reciprocità

Il lutto rappresenta una delle sfide più impegnative che un individuo possa affrontare nel corso della vita. “È il sentimento d’intenso dolore che si prova per la perdita, in genere, di una persona cara” (Wikipedia), non intendendo necessariamente la morte. In letteratura, infatti, si parla di “lutto” anche a proposito della separazione. Il termine “elaborazione del lutto” fa invece riferimento al lavoro di elaborazione emotiva dei significati, dei vissuti e dei processi sociali necessario a interiorizzare l’ex partner come parte del proprio mondo interiore e a uscire dallo stato depressivo conseguente alla perdita.

A volte, le persone con cui stiamo possono farci sentire ancora peggio. Ma è anche vero, per quanto sia dura da accettare, che nessuno al di fuori di noi stessi è responsabile di come ci sentiamo dentro di noi. A volte finiamo in un tunnel da cui non riusciamo ad uscire e non sappiamo il perché, sembra davvero non esserci alcuna ragione. E quando cerchiamo di capire quali sono le cause del nostro disagio, finiamo spesso per dare la colpa alla persona che ci è più vicina, anche se la amiamo, e anche non ne ha nessuna colpa. A volte la vita è dura, e molto.

 AVVOCATO SEPARAZIONI

AVVOCATO SEPARAZIONI

 

  • Ricorda che il divorzio è una decisione importante dal punto di vista mentale, emotivo ed economico. Devi essere disposta a spezzare un forte legame emotivo con il tuo partner, quindi la tua decisione deve essere chiara e razionale.
  • Chiediti: “Cosa cerco chiedendo il divorzio?”. Qualsiasi risposta che non sia semplicemente “la fine del matrimonio” indica che non sei pronta a divorziare. Il divorzio non aiuta a farsi giustizia o a far cambiare il cuore delle persone. Non può far altro che mettere termine al matrimonio e alla relazione con tuo marito.

Ricorda che minacciare continuamente il divorzio può farti perdere credibilità ai tuoi stessi occhi e a quelli del tuo partner.

Quindi, se vuoi davvero divorziare dovrai dirlo a tuo marito in modo chiaro e appropriato. Perché, parliamoci chiaro: non si esce mai indenni da un divorzio. 

Ci sono ferite che rimangono lì, impresse tra le pieghe della nostra anima.

Cosa vuol dire avvocato esperto in separazioni e divorzi?

 

Vuol dire:

1)avvocato che si aggiorna costantemente sulla giurisprudenza delle separazioni e divorzi.

2)vuol dire avvocato che  conosce le problematiche legate alla separazione e al divorzio.

3) vuol dire avvocato che ha indicazioni precise per i clienti su come risolvere un passaggio assai difficile come la separazione e il divorzio.

Qualsiasi avvocato sa ridigere una separazione  consensuale, solo alcuni  sanno invece come e quali strumenti e  indicazioni utilizzare  per accontentare i clienti e convincerli a  una separazione consensuale quando le acque e i rapporti sono molto tesi e mossi.

Ma allora per un avvocato divorzista cosa vuol dire ricever e un cliente  per una separazione o un divorzio?

Vuol dire capire le necessita’ dei clienti e cercare di trovare una soluzione affinchè riescano a superare  un momento assai difficile.

Personalmente pur mentenendo un comportamento professionale e un aspetto  non turbato vi sono separazioni che  fanno provare  emozioni negative anche all’avvocato.

Dopo molti anni di professione non pensate che  i casi lascino sempre l’avvocato estraneo e non porti lo stesso avvocato a  una sorta di dispiacere  o domande interiori su come una coppia arrivi a disgregarsi

Cosi’ non è.   Sebbene si mantenga un comportamento all’apparenza  estraneo e non coinvolto a volte le storie e le situazioni dei clienti che affrontano una separazione  portano a riflessioni..

Insomma non siamo dei computer con cui si puo’ scrivere e dire tutto senza che gli stessi siano turbati.

Ad esempio mi è capitato il caso di un padre  che aveva tre figli minori e lo stesso non voleva piu’ provvedere ai figli né affettivamente nè emotivamente nè stando a loro vicini.

Amando io mio figlio al di sopra di ogni cosa al mondo, certamente  non sono rimasto emotivamente estraneo alla vicenda che mi ha turbato.

Decine di volte ho insistito con il cliente perchè riallacci rapporti con i flgli che stavano soffrendo molto della situazione.

Un altro caso successo è quella di un uomo, realizzato professionalmente che un bel giorno viene lasciato dalla giovane moglie perché la stessa di punto in bianco si era innamorata di un altro uomo.

Certo succede spesso, lo so, ma vidi quell’uomo soffrirne molto  e non darsi spiegazioni.

Aveva acquistato un bell’appartamento per vivere con la moglie, l’aveva arredato  in modo cinematografico, benissimo, poi un bel giorno la moglie all’improvviso se ne ando’ per vivere  con un altro.

Nel caso non vi erano figli e la cosa fu poi superata dal marito  che oggi ottenuto il divorzio vive  con un’altra compagna.

L’avvocato matrimonialista deve poi aggiornarsi continuamente, ad esempio di recente  vi è una importante sentenza della cassazione a sezioni unite circa l’ assegno divorzile:

  • Trattasi di cassazione civile a sez unite numero 18287 del 11/7/2018 .

b)Tale sentenza dopo la sentenza Grilli precisa che  l’assegno divorzile deve avere una funzione che per il calcolo debba essere adottato un criterio composito ,che alla luce della rispettive condizioni econonomico patrimoniali  dia rilevo al contributo fornito dall’ex coniuge  richiedente alla formazione del patrimonio comune e personale, in relazione alla durata del matrimonio, alla potenzialita’ reddittuale  future  e all’ eta’ dell’avente diritto  .

Credo fermamente che solo uno studio capillare e serio delle novita’ della giurisprudenza possa permettere all’avvocato matrimonialista di offrire il miglior servizio al cliente.

 

 

 

 

 

Il coniuge tenuto a versare un assegno di mantenimento in favore dell’altro, ha diritto alla riduzione o soppressione del suddetto onere ove il beneficiario dell’obbligazione alimentare stabilisca una nuova relazione familiare con coabitazione e convivenza atteso che, secondo fatti notori e massime di comune esperienza, la disgregazione della famiglia comporta un impoverimento per il coniuge che resta solo mentre una nuova unità famigliare provoca un arricchimento, ad esempio per le spese dei costi fissi 

La dichiarazione di addebito della separazione richiede la prova che l’irreversibile crisi coniugale sia ricollegabile esclusivamente al comportamento, volontariamente e consapevolmente, contrario ai doveri nascenti dal matrimonio di uno o di entrambi i coniugi, ovvero che sussista un nesso di causalità tra comportamenti addebitati ed il determinarsi dell’intollerabilità dell’ulteriore convivenza. Qualora non venga fornita la prova che il comportamento contrario ai predetti doveri tenuto da uno dei coniugi, o da entrambi, sia stato la causa efficiente del fallimento della convivenza, legittimamente viene pronunciata la separazione senza addebito. Nella fattispecie siffatta prova era stata fornita solo dalla ricorrente che aveva dimostrato che il marito, per il vizio del gioco, aveva privato la famiglia del necessario per vivere, aveva poi abbandonato l’abitazione familiare ed aveva intrattenuto una relazione extraconiugale. Di talché, non avendo il resistente dimostrato la preesistenza di una crisi coniugale in atto all’epoca dei suoi predetti comportamenti trasgressivi dei doveri di assistenza e di coabitazione, si riteneva provata l’efficienza causale di tali violazioni rispetto all’insorgenza di tale crisi, con conseguente addebito della separazione al resistente.

ASSEGNO DI DIVORZIO E NUOVA CONVIVENZA AVVOCATO SEPARAZIONI E DIVORZI BoLOGNA  MALALBERGO ALTEDO

 

 

3 modi per UNA SEPARAZIONE  senza INUTILI LITI

1)PENSARE ANCHE ALLE ESIGENZE DELL’ALTRO

2) PENSARE MOLTO AI FIGLI E NON LITIGARE DAVANTI A LORO

3)CONSIDERARE I COSTI DI DUE CASE, DOPPIE BOLLETTE ECC ECC

 

5 errori che commetti quando  affrontiamo la separazione

  • NON SI VALUTA BENE LA SITUAZIONE
  • NON SI VALUTA A SUFFICIENZA LA POSSIBILITA’ DI UNA SEPARAZIONE CONSENSUALE
  • NON SI CHIEDE NEL MODO GIUSTO
  • SI VUOLE TUTTO E SUBITO
  • SI SMETTE DI PENSARE ALLA FAMIGLIA

CHIAMA SUBITO NON RIMANERE NEL DUBBIO TROVIAMO UNA SOLUZIONE 

 

achiama subitoACHIMATR2AARIOLVE CHIAMA

SEPARARSI? Credimi per quanto tu possa leggere e pensare non è una cosa

Semplice non lo è affatto!!

 HAI SOPPORTATO ABBASTANZA?

Questo non vuol dire che la separazione marito moglie sia  impossibile ma occorre veramente un impegno da parte di entrambi i coniugi per risolvere una separazione in modo particolare quando vi sono figli!!

 

Chi deve affrontare  una separazione ha bisogno di un supporto costante di un avvocato che spieghi i vari passi i vari diritti e i doveri!!

 AVVOCATO SEPARAZIONI

AVVOCATO SEPARAZIONI

Doveri nella separazione, sono molti, in modo particolare verso i figli, e se il coniuge non è autosufficente verso lo stesso coniuge!!

 

Con la separazione e il divorzio viene spazzata via una vita insieme!!

 

Già con  la separazione il coniuge puo’ avere altre relazioni, (oddio anche prima ) ma avere altra relazione quando si è separati non costituisce violazione ai doveri coniugali, che hanno al loro interno il cd dovere di fedelta’,  anche se oggi è molto attenuato, tanto che vi sono proposte in tal senso.

Il diritto di famiglia, determinato nel diritto privato, identifica la legislazione dedicata a parentele, matrimoni – separazioni e divorzi – relazioni, rapporti tra coniugi, tra genitori e figli, tutela dei minori.

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

La materia del diritto di famiglia è estremamente delicata: la famiglia è il primo nucleo sociale, determinato da rapporti tra persone, sempre in continua evoluzione, anche per questo è un settore in cui la legislazione e ogni soluzione deve essere realizza con sensibilità e totale competenza in questa materia.

La separazione dei coniugi costituisce uno dei momenti più difficili e traumatici per tutti i componenti del nucleo familiare.

L’ avvocato matrimonialista è un professionista specializzato che si trova molto spesso ad operare nel momento in cui i dissidi , le incomprensioni e tutte le altre patologie del rapporto coniugale sfociano in uno scontro che può generare ulteriori sofferenze per i coniugi stessi ed per i figli.

Qualora le posizioni si rivelino inconciliabili, uno solo o entrambi i coniugi congiuntamente possono proporre ricorso per la SEPARAZIONE GIUDIZIALE.

In questa ipotesi, il Giudice esperisce un tentativo di conciliazione e in caso negativo, determina i provvedimenti urgenti riguardanti l’autorizzazione a vivere separati, l’affidamento dei figli ed eventualmente l’importo dell’assegno di mantenimento. Successivamente la causa prosegue avanti ad Giudice Istruttore per la soluzione di tutti i punti controversi con l’assistenza di un avvocato divorzista.

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

Particolarmente complesse e delicate si presentano le dinamiche familiari in caso di presenza di FIGLI MINORENNI.

 

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

Lo Studio dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  ha maturato una significativa esperienza in materia di diritto di famiglia e dei minori sotto tutti i suoi profili (separazioni coniugali e divorzi, accordi matrimoniali e patrimoniali tra coniugi, modifica delle condizioni di separazione e divorzio, adozioni, diritto dei minori), trattando inoltre procedure di interdizione, inabilitazione, amministrazione di sostegno, nomina di tutori e curatori, affidamento e riconoscimento dei figli, ecc.

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

L’attività dello studio legale dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  si concentra in particolare sulle cause di separazione coniugale e divorzio, gestendo e curando ogni pratica o questione relativa a:rapporti patrimoniali tra coniugi; affidamento e mantenimento della prole.

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

Laddove possibile, lo studio dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  tende a percorrere la strada della collaborazione e dell’accordo tra le parti, ricercando un possibile punto di incontro tra i coniugi, nell’ottica di limitare il contenzioso giudiziario e di pervenire ad una soluzione soddisfacente in un arco di tempo accettabile.

Separazione consensuale e giudiziale

Tramite questa procedura marito e moglie, di comune accordo, decidono di dividersi legalmente concordando le condizioni che regolano la separazione.

È necessario proporre ricorso – alla cancelleria del tribunale del luogo di residenza o domicilio di uno dei due ricorrenti –  chiedendo di comparire davanti al presidente del tribunale per ottenere il decreto di omologazione della separazione.

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

Per la delicatezza della procedura e per le importanti conseguenze di tipo patrimoniale e personale (condizioni per l’affidamento e per il mantenimento dei figli minorenni), è spesso consigliabile il supporto di un legale.

Dall’11 novembre 2014 è possibile: stipulare una convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per ciascun coniuge per la soluzione consensuale di separazione  personale, la cessazione degli effetti civili o scioglimento del matrimonio, la modifica delle condizioni di separazione o divorzio. Nella  negoziazione  assistita le  parti  convengono  di cooperare in buona fede e con lealtà per risolvere in via amichevole una controversia tramite l’assistenza di  avvocati . La convenzione può contenere patti di trasferimento patrimoniale.

dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  Divorzio breve a seguito di separazione consensuale

Avvocato matrimonialista Bologna diritto di famiglia separazioni e divorzi avvocato Sergio Armaroli

In un contesto legislativo e giurisprudenziale in continua evoluzione, quale è quello del diritto di famiglia, lo Studio dell’Avv. Sergio Armaroli offre la necessaria assistenza e consulenza ai coniugi ai fini di addivenire ad una separazione ed a un divorzio che garantiscano al meglio il soddisfacimento dei propri diritti.

Con la separazione vengono regolati i rapporti di carattere personale e patrimoniale che coinvolgono i coniugi.

Punti focali sono quelli che concernono il regime di affidamento dei figli e l’entità dell’assegno di mantenimento ma sarà inoltre necessario definire anche ulteriori questioni patrimoniali quali l’assegnazione della casa coniugale e l’eventuale divisione dei beni in comune.

Laddove su tali questioni vi sia un totale accordo tra i coniugi sarà possibile addivenire ad una separazione consensuale, nell’ambito della quale l’Avv. Sergio Armaroli su richiesta dei coniugi, potrà assistere entrambi. Nel caso non si raggiunga un’intesa, invece, occorrerà procedere ad una separazione giudiziale.

Perchè si possa giungere ad una pronuncia di separazione con addebito, sarà necessario dimostrare che la condotta contraria ai doveri nascenti dal matrimonio, posta in essere da uno dei coniugi, sia stata la causa diretta del fallimento della convivenza (Cass. Civ. n. 8862/2012; Cass. Civ. n. 21245/2010).

La durata del periodo di separazione ininterrotta dai coniugi, che consente di richiedere il divorzio, scende da tre anni a sei mesi in caso di separazione consensuale, indipendentemente dalla presenza di figli.

La nuova tempistica risulta valida anche nel caso in cui separazioni, in un primo momento contenziose, diventino consensuali. Il termine per calcolare la durata della separazione decorre dalla comparsa dei coniugi davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale.

studio legale dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  Separazione e Divorzio

In questa fase di grande conflittualità, ove i coniugi spesso non riescono a mantenersi lucidi e sereni, è importante affidarsi ad un professionista serio che possa illustrare chiaramente al cliente, in procinto di separarsi, quali diritti e doveri egli abbia nei confronti dell’altro coniuge e dei figli, e di assisterlo sia nella fase pre-giudiziale che in quella giudiziale vera e propria.

studio legale dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  La crisi della coppia non sempre sfocia in una separazione giudiziale, che è quella più lunga e tormentata, in quanto è possibile per i coniugi, con l’aiuto e l’assistenza tecnica di un legale, concordare direttamente le condizioni della separazione consensuale, dall’affidamento dei figli all’assegno per il mantenimento (del coniuge e dei figli); in questo modo, i coniugi evitano un giudizio lungo e stressante ed arrivano in tempi brevi alla separazione evitando così situazioni di forte stress e tutelando la serenità di eventuali figli minori coinvolti.

Dopo la separazione i coniugi possono chiedere il divorzio che può essere anch’esso consensuale o giudiziale.

Dopo la separazione o anche dopo il divorzio le condizioni economiche dei coniugi possono cambiare tanto da rendere necessaria la modifica delle condizioni stabilite in Tribunale: i professionisti dello Studio sapranno redigere il ricorso piò opportuno per tutelare le esigenze di vita modificate.

dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  Divorzio breve a seguito di separazione giudiziale

Se la separazione è giudiziale i tempi di separazione ininterrotta tra marito e moglie necessari per richiedere il divorzio scendono da tre anni a dodici mesi.

Nuovamente il termine decorre dalla comparsa dei coniugi davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale.

dell’avvocato Separazioni e divorzi Bologna  Divorzio breve e negoziazione assistita con Avvocato (Legge n. 162/2014 di conversione del D. Legge n. 132/2014)

 

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico divorzio breve | Studio Legale specializzato Separazioni Affidamento Dei Figli Accordi Di Convivenza Adozioni A chi affidare i figli durante la separazione o divorzio? Avvocato Diritto di Famiglia Assegnazione della Casa Coniugale Consulenza Assistenza Legale Divorzio Separazione Studio Legale Avvocati esperti in Diritto di Famiglia Studio Legale Avvocato specializzato Divorzi Seperazioni con Figli Diritto di Famiglia | Interdizione Inabilitazione Decadenza Sospensione Potestà Genitori Avvocati esperti Affidamento Esclusivo e Affidamento Condiviso separazione consensuale divorzio separazione coniugale colpa separazione coniugale per colpa separazione coniugale consensuale separazione coniugale forum separazione coniugale assegno di mantenimento separazione coniugale casa

achiscritta matrimonio

LEGGI CON ATTENZIONE !!

Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna

Studio Legale Avvocato BOLOGNA Matrimonialista Separazioni e …

Avvocato divorzista a Bologna –Sergio Armaroli | Separazione …

IlBologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena ,separazione moglie a carico, divorzio breve | Studio Legale Separazioni Affidamento Dei Figli ,Accordi Di Convivenza ,Adozioni ,A chi affidare i figli durante la separazione o divorzio?, Avvocato Diritto di Famiglia, Assegnazione della Casa Coniugale ,Consulenza Assistenza Legale Divorzio Separazione, Studio Legale Avvocati esperti in Diritto di Famiglia Bologna, Studio Legale Avvocato specializzato Divorzi Seperazioni con Figli ,Diritto di Famiglia | Interdizione Bologna ,Inabilitazione Bologna, Decadenza ,Sospensione Potestà Genitori, Avvocati esperti Affidamento Esclusivo, Affidamento Condiviso separazione ,consensuale divorzio separazione coniugale colpa separazione coniugale per colpa separazione coniugale consensuale separazione coniugale forum separazione coniugale assegno di mantenimento separazione coniugale casa   Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SUBITO !!AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna , San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO   Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna contenuto va inserito qui
AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI

AVVOCATO MATRIMONIALISTA BOLOGNA SEPARAZIONI E DIVORZI

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna

ABABAB

Avvocato matrimonialista Bologna Divorzio Bologna

Il divorzio è lo strumento pensato per sciogliere il matrimonio. Quindi solo con il divorzio si torna ad essere una persona libera e ci si può sposare nuovamente. Giudizi di invalidità del matrimonio: nullità, annullamento, simulazione e matrimonio putativo Convenzioni matrimoniali, separazione dei beni e fondo patrimoniale Accordi tra coniugi e tra conviventi more uxorio, prima, durante e dopo la separazione Separazione personale tra coniugi e tra conviventi more uxorio: procedimento di separazione consensuale, procedimento per sepaeazione giudiziale, accordi provvisori con scrittura privata Divorzio: cessazione degli effetti civili e scioglimento del matrimonio, procedimento su domanda congiunta, procedimento giudiziale Azioni correlate ai giudizi di separazione e di divorzio: giudizio per la modifica delle condizioni di separazione o di divorzio; azioni giudiziarie ed extragiudiziarie a tutela della prole; procedimenti davanti al Giudice Tutelare Assistenza legale nelle consulenze tecniche psicodiagnostiche (CTU) per la regolamentazione dell’affidamento della prole, del collocamento e di ogni altra condizione a tutela della prole Giudizi di divisione dei patrimoni in comunione legale dei beni tra coniugi Trasferimenti mobiliari, immobiliari e societari tra coniugi e tra coniugi e prole, nella separazione e nel divorzio Contenzioso tra coniugi in materia di diritto del lavoro, diritto societario, impresa familiare Procedimenti penali tra coniugi e reati intrafamiliari (maltrattamenti, PAS sindrome di alienazione parentale, inadempimento agli obblighi contrib

La fine di un matrimonio è sempre un momento particolarmente delicato per i coniugi che si accingono a interrompere definitivamente la propria vita insieme.

La scelta di divorziare è una decisione gravida di conseguenze sia dal punto di vista emotivo e psicologico, che da quello economico. Quando si parla di divorzio per un avvocato si parla sia di scioglimento del vincolo matrimoniale sia di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario. Poiché la distinzione tra le due fattispecie non è intuitiva, è opportuno chiarire in che cosa questa consista.

 

L’avvocato matrimonialista spiegherà loro quali sono i rispettivi diritti e doveri e illustrando tutti gli aspetti teorico-pratici del caso e la differenza tra una separazione di tipo consensuale da una separazione di tipo giudiziale. Il matrimonialista quindi è un avvocato che ha una esperienza prevalente nel ramo del diritto di famiglia e matrimoniale e che attraverso la pratica, l’esperienza ed i corsi di aggiornamento nella materia, ha acquisito una notevole dimestichezza nel settore del diritto di famiglia. Lo studio legale offre ai propri assistiti assistenza legale giudiziale, mettendo a loro disposizione tutta la propria professionalità acquisita nel corso degli anni nelle delicate tematiche familiari e personali.

Per affrontare una scelta così delicata è indispensabile affidarsi a un avvocato divorzista in grado di sapervi assistere al meglio, fin dall’inizio, in ogni aspetto della vicenda. l divorzio congiunto è la procedura che consente, dopo una separazione di sei mesi o un anno e con l´accordo tra le parti, di ottenere lo scioglimento del matrimonio. Il diritto penale della famiglia è una branca del diritto penale che non è connotata da particolare autonomia, ma presenta taluni caratteri propri, con connessioni con la tutela penale della vita e della salute della persona, fino al biodiritto.

I reati contro la famiglia sono molteplici, dalla bigamia, all’alterazione di stato, alla violazione degli obblighi di assitenza familiare, fino ai maltrattamenti in famiglia, allo stalking ed alla sottrazione di minorenni.

I sei mesi o un anno necessari per poterlo chiedere decorrono dalla data dell´udienza di comparizione davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione. Non è sempre obbligatorio essere assistiti da un avvocato divorzista, alcuni tribunali lo richiedono, ma il nostro consiglio è quello di avere sempre un avvocato divorzista, specialmente per le refluenze patrimoniali di un divorzio. Il divorzio, come la separazione, può essere consensuale o giudiziale.

Il divorzio consensuale prevede l’assistenza di coniugi che hanno già raggiunto un accordo su tutti i punti del rapporto e con un notevole risparmio di tempi e costi.

Il divorzio giudiziale, al contrario, può essere promosso da uno dei due coniugi quando non vi è accordo tra le parti e si intende comunque ottenere lo scioglimento del vincolo.

I coniugi possono richiedere il divorzio in presenza di una delle cause indicate dall’art. 3 della legge 1 dicembre 1970 n. 898 e tra i quali viene compresa anche la separazione dei coniugi ininterrotta per tre anni a decorrere dalla comparizione dei coniugi davanti al Presidente del Tribunale per la separazione.

  • Consulenza per la tutela della prole e del diritto genitoriale, con particolare attenzione alle recenti innovazioni in materia di affido condiviso;
  • Separazione tra i coniugi: consensuale – giudiziale;
  • Divorzio: cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario – scioglimento del matrimonio civile;
  • Nullità o annullamento del matrimonio;
  • Modifica delle condizioni di separazione e divorzio;
  • Affidamento dei minori;
  • Assegnazione della casa coniugale;
  • Assegno di mantenimento e divorzile;
  • Famiglia di fatto – convivenza more uxorio;
  • Tutela del diritto di visita;
  • Ricongiungimento famigliare;
  • Regime patrimoniale della famiglia;
  • Contratti di convivenza e unioni civili;
  • Patti di famiglia
  • Impresa famigliare;
  • Mediazione famigliare;

Negoziazione assistita;

Anche il divorzio, come la separazione, può essere affrontato in forma congiunta – con significativo risparmio di tempo e di costi – o in forma giudiziale, a seconda se sia possibile raggiungere un’intesa soddisfacente per entrambi i coniugi già prima dell’inizio della causa o nel corso della stessa.

La pronuncia di divorzio, che produrrà lo scioglimento definitivo del matrimonio (se celebrato in forma non religiosa) o la cessazione dei suoi effetti civili (se celebrato in Chiesa), dovrà prendere posizione sia sulla collocazione dei figli e sui rapporti con i genitori che sulle questioni economiche: mantenimento della prole ed eventuale assegno divorzile in favore del coniuge economicamente non autosufficiente.

All’eventuale riconoscimento dell’assegno divorzile sono legati anche altri importanti aspetti di ultrattività economica, come il diritto a percepire la pensione di reversibilità e la spettanza di una quota di TFR dell’ex-coniuge.

“affidamento o affido dei minori nati da genitori non coniugati”, “affidamento dei figli (affidamento esclusivo e affidamento condiviso”), ” (separazione consensuale e separazione giudiziale)”, divorzi (divorzio diretto – giudiziale e divorzio congiunto), riconoscimento del matrimonio o divorzio realizzato all’estero, riconoscimento della separazione e del divorzio estero in italia, affidamento condiviso e congiunto, scioglimento del matrimonio e cessazione degli effetti civili, convenzioni matrimoniali, disconoscimento di paternità, filiazione, “mantenimento del coniuge”, mantenimento dei minori, assegno divorzile, addebito della separazione, “risarcimento dei danni”, adozioni, tutela dei minori, “matrimonio misto”, accordi di convivenza, (diritto penale della famiglia), impresa familiare, violenze intrafamiliari, interdizione, “inabilitazione”, decadenza potestà genitori, sospensione potestà genitori, “diritti degli ascendenti”, dichiarazione giudiziale di paternità, strumenti a tutela del corretto adempimento delle obbligazioni alimentari, consulenza legale relativa a separazioni, “divorzi”, (mediazione familiare), affidamento dei figli, accordi di convivenza, adozioni, variazioni alle condizioni di separazione e mediazione familiare, assistenza legale, “assegno di mantenimento”, assegno divorzile, “diritto di famiglia”, “affidamento condiviso”, separazione giudiziale,

Codice Civile

Libro Primo

Delle persone e della famiglia

Titolo VI

Del matrimonio

Capo IVDei diritti e dei doveri che nascono dal matrimonio

Art. 143.Diritti e doveri reciproci dei coniugi.

Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.

Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione.

Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia.

Art. 143-bis.Cognome della moglie.

La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

Art. 143-ter. (1)

[Cittadinanza della moglie.

La moglie conserva la cittadinanza italiana, salvo sua espressa rinunzia, anche se per effetto del matrimonio o del mutamento di cittadinanza da parte del marito assume una cittadinanza straniera.]

(1) Articolo abrogato dalla Legge 5 febbraio 1992, n. 91.

Art. 144.Indirizzo della vita familiare e residenza della famiglia

I coniugi concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa.

A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l’indirizzo concordato.

Art. 145.Intervento del giudice.

In caso di disaccordo ciascuno dei coniugi può chiedere, senza formalità, l’intervento del giudice il quale, sentite le opinioni espresse dai coniugi e, per quanto opportuno, dai figli conviventi che abbiano compiuto il sedicesimo anno, tenta di raggiungere una soluzione concordata.

Ove questa non sia possibile e il disaccordo concerna la fissazione della residenza o altri affari essenziali, il giudice, qualora ne sia richiesto espressamente e congiuntamente dai coniugi, adotta, con provvedimento non impugnabile, la soluzione che ritiene più adeguata alle esigenze dell’unità e della vita della famiglia.

Art. 146.Allontanamento dalla residenza familiare.

Il diritto all’assistenza morale e materiale previsto dall’articolo 143 è sospeso nei confronti del coniuge che, allontanatosi senza giusta causa dalla residenza familiare rifiuta di tornarvi.

La proposizione della domanda di separazione, o di annullamento, o di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio costituisce giusta causa di allontanamento dalla residenza familiare.

Il giudice può, secondo le circostanze, ordinare il sequestro dei beni del coniuge allontanatosi, nella misura atta a garantire l’adempimento degli obblighi previsti dagli articoli 143, terzo comma, e 147.

Art. 147.

Doveri verso i figli (1)

Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’obbligo di mantenere, istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, secondo quanto previsto dall’articolo 315-bis.

.

Art. 148.Concorso negli oneri (1)

I coniugi devono adempiere l’obbligo di cui all’articolo 147, secondo quanto previsto dall’articolo 316-bis.

dal 7 febbraio 2014

  • Avvocato matrimonialista Bologna consulenza sui diritti e doveri dei coniugi

La separazione è un procedimento necessario ai coniugi per regolare legalmente le condizioni di vita di ognuno dei coniugi dopo la crisi del rapporto matrimoniale,  anche in vista dell’eventuale successivo divorzio, conseguibile soltanto dopo almeno tre anni dalla separazione legale.

L’ausilio di un avvocato nella stesura di separazione dei coniugi è opportuna al fine di redigere con precisione gli accordi tra i coniugi al fine di evitare incomprensioni e imprecisioni  che possono sfociare in controversie giudiziali, lunghe e costose.

La separazione rappresenta una “pausa” nel matrimonio. Con la separazione infatti non si scioglie il vincolo matrimoniale (che si scioglierà invece con il divorzio) ma si apre una fase in cui i coniugi possono vivere separatamente e decidere se la loro crisi è solo passeggera o davvero irrimediabile.

assegno di mantenimento che DIRITTO DI FAMIGLIA

Separazione

Divorzio

Regime patrimoniale della famiglia

Unione di fatto

Alimenti

Riconoscimento di paternità

  • Patto di famiglia negoziazione
  • diritto collaborativo
  • mediazione
  • accordi prematrimoniali
  • contratti di convivenza
  • diritto amministrativo
  • urbanistica territorio ambiente
  • diritto di informazione (privacy – diritto di autore – libertà di stampa)
  • accordi in caso di separazione e divorzio
  • arbitrati
  • consulenza legale per provvedimenti cautelari
  • consulenze tecnico contrattuali
  • diritto di famiglia e minorile
  • separazioni
  • accordi sull’assegno di mantenimento
  • assistenza legale
  • consulenza legale per provvedimenti d’urgenza
  • diritto bancario e immobiliare
  • esecuzioni e azioni giudiziarie
  • affido condiviso di minori
  • consulenze stragiudiziali
  • diritto delle locazioni
  • diritto matrimoniale
  • responsabilità civile

SEMPRE E COMUNQUE 2 SEMPRE E COMUNQUE 1

Lo studio Dell’avvocato Sergio Armaroli si trova a Bologna ed offre consulenza in diritto di famiglia . La cortesia, la disponibilità e l’umanità insieme a serietà e professionalità sono le caratteristiche che contraddistinguono lo studio legale e che consentono di poter risolvere ogni questione legale.

Lo Studio Legale Avvocato Matrimonialista Bologna Sergio Armaroli si occupa di consulenza ed assistenza legale per le controversie in materia di diritto civile e penale.

 

La materia del diritto di famiglia ha subito nel corso degli anni alcune rilevanti modifiche con il D.L. 14/03/2005 n. 35, convertito con modifiche dalla L. 14/05/2005 n. 80, che ha riformato il processo di separazione e divorzio, riformulando completamente alcuni articoli del codice di procedura civile in materia di separazione e l’art. 4 della legge sul divorzio.

L’avvocato matrimonialista è un avvocato che si occupa si occupa in particolare di separazioni, divorzi, accordi di convivenza e modifiche di condizioni di separazione.

Le persone si rivolgono ad un avvocato matrimonialista per porre fine al proprio matrimonio, altri si rivolgono all’avvocato Matrimonialista per chiedere una modifica alle loro condizioni di separazione altri si rivolgono ad un avvocato matrimonialista solo per conoscere quali sono i propri diritti.

L’avvocato Matrimonialista ha l’obbligo di confrontarsi con i clienti per trovare con loro la miglior soluzione per i figli minori che sono coloro che nelle separazioni soffrono di piu’

AMA

 L’avvocato matrimonialista spiegherà loro quali sono i rispettivi diritti e doveri e illustrando tutti gli aspetti teorico-pratici del caso e la differenza tra una separazione di tipo consensuale da una separazione di tipo giudiziale

Separazioni e divorzi, sia consensuali che giudiziali; modifica delle condizioni di separazione o divorzio nonché affidamento dei minori, anche nel caso di filiazione naturale, riconoscimento di maternità e paternità naturale.

Funzione ed evoluzione storica del diritto di famiglia – La parentela, l’obbligo alimentare e la solidarietà familiare – Il matrimonio – I rapporti personali tra i coniugi – I rapporti patrimoniali tra i coniugi – La crisi coniugale – Gli effetti della separazione e del divorzio – Le convivenze e la famiglia di fatto – La filiazione – L’accertamento dello stato di filiazione – Gli effetti della crisi genitoriale rispetto ai figli – L’adozione e l’affidamento – La responsabilità civile nelle relazioni familiari.

Il diritto di famiglia è una branca del diritto privato che disciplina i rapporti familiari in genere:

1)     parentela e affinità

2)     matrimonio

3)     i rapporti patrimoniali nella famiglia

4)     la filiazione

5)     i rapporti fra genitori e figli

6)     la separazione e il divorzio

AINFONERA DIVORZIO

Il diritto di famiglia è un ramo del diritto civile che si occupa dei rapporti familiari e dei vari aspetti ad essi connessi, quali rapporti personali e patrimoniali tra coniugi, separazione e divorzio, protezione dei minori

Separazioni personali, divorzi, affidamenti, riconoscimenti, adozioni, disconoscimento di paternità, potestà genitoriale, tutela e curatela, amministrazione di sostegno, interdizione, inabilitazione, cambiamento nome/cognome, consulenze concernenti tutte le problematiche della famiglia e dei reati contro la famiglia.

  • Determinazione assegno di mantenimento per i figli
  • Determinazione assegno di mantenimento per il coniuge
  • Revisione delle condizioni di separazione e divorzio
  • Individuazione del coniuge per l’affidamento dei figli
  • Assegnazione dell’abitazione adibita a casa coniugale
  • Individuazione dei beni mobili e immobili in regime di comunione o separazione

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena AvvOcaTo MatriMonialista SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna

Lo studio Dell’avvocato Sergio Armaroli si trova a Bologna ed offre consulenza in diritto di famiglia . La cortesia, la disponibilità e l’umanità insieme a serietà e professionalità sono le caratteristiche che contraddistinguono lo studio legale e che consentono di poter risolvere ogni questione legale.

  • Composizione della crisi familiare
  • Separazioni
  • Divorzi:
  • 
- Accordi di Convivenza
  • 
- Modifiche di condizioni di Separazione

- Modifiche di condizioni di Divorzio

- Divorzio breve (vedi provvedimento nella Gazzetta Ufficiale)
  • Rapporti  patrimoniali tra i coniugi:
  • 
- Alimenti
  • 
- Mantenimento dei figli

– Impresa familiare

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena  SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO  Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov…  avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna  avvocato matrimonialista separazione bologna

FORLI IMOLA Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna PERCHE’?

perche’ si arriva alla separazione dei coniugi?

Perche’ ?

Molto spesso per mancanza di dialogo, pe mancanza di intimità’ di coppia, per mancanza di scambio di opinioni.

Perché?

Molti pensano perché vi può’ esser il famoso terzo!

Sbagliato

la terza persona entra nella coppia se la si vuole fare entrare!!

  1. Qual è la differenza tra separazione e divorzio?

 La separazione è una fase intermedia, cessa l’obbligo della fedeltà’ l’obbligo coabitazione ,solo con il divorzio pero’ si mette fine al matrimonio 

separazione cosa fare e non fare?

 aincidente 10

in caso di separazione cosa spetta alla moglie?

 

separazione diritti della moglie casalinga?

 

in caso di separazione cosa spetta alla moglie e ai figli?

obbligo cambio residenza dopo separazione?

separazione cosa spetta alla moglie e figli

diritti della moglie in caso di separazione

separazione senza figli cosa spetta alla moglie

Qual è la differenza tra separazione consensuale e separazione giudiziale?

Un genitore separato con figlio a carico può cambiare residenza?

Mantenimento minori. Quali sono le spese straordinarie?

Le differenze tra assegno famigliare e assegno alimentare?

Sono stata tradito, posso richiedere i danni?a chi chiederli?

Sono divorziata, mio marito non paga più le spese per nostro figlio?

Convivo da 7 anni. Se cesso la convivenza quali diritti mi spettano?

Mia moglie si è allontanato dalla casa coniugale. Voglio la separazione giudiziale con addebito?

In quali casi si puo’ avere la separazione con addebito?

In quali ipotesi si puo’ avere l’assegno di mantenimento in sede di separazione?

Con quali modalità vengono affidati i figli?

A che e perché  dei due coniugi viene assegnata l’abitazione coniugale?

Quali sono le condizioni per poter ottenere il divorzio?

Si può avere un divorzio consensuale?

Quando deve essere corrisposto l’assegno divorzile?

Quando si può richiedere una quota della liquidazione (TFR) dell’ex coniuge?

26 Che posso fare se dopo la separazione mio marito/moglie non versa il mantenimento per me e per i figli?

Per la tua separazione consensuale o divorzio breve rivolgiti all’avvocato Sergio Armaroli con fiducia, discuteremo del tuo divorzio breve e della tua separazione consensuale con tranquillita’ trovando per il tuo divorzio breve e per la tua separazione consensuale una giusta soluzione

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bolognaSEpaRaZiOnE

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena risolvi subito avvocato matrimonialista famigliarista chiama per avere la migliore assistenza legale, risolveremo la tua separazione con attenzione e cortesia, chiama subito non aspettare facciamo valere i tuoi diritti

Abbiamo  due tipi di separazione: la separazione consensuale e la separazione giudiziale.

La separazione consensuale.

La prima, piu’ veloce ed economica è la separazione in cui i coniugi hanno raggiunto da soli, assistiti dai loro avvocati, un accordo sulle condizioni di separazione.

In questo caso, quindi i coniugi trovano un accordo prima di rivolgersi al Tribunale,

La procedura comporta che un ricorso

viene  presentato congiuntamente dai due coniugi, con il quale si chiede al Tribunale semplicemente l’approvazione (Omologa) delle condizoni di separazione già concordate.

Il ruolo degli avvocati , che garantiscono che vengano presentate condizioni sempre conformi alla legge e tali quindi da ottenere l’approvazione del Tribunale.

L’accordo consensuale omologato, o la sentenza, stabiliscono a quale dei coniugi sono affidati i figli, unitamente alle condizioni e all’importo relativo al loro mantenimento a carico del coniuge non affidatario.

Per stabilire il coniuge affidatario è irrilevante l’eventuale dichiarazione di addebito, salvo che questa non sia scaturita per cause che riguardino il rapporto con i figli.

In sede di separazione è anche possibile l’affidamento congiunto o alternativo, potendosi applicare analogicamente l’art. 6 della L. 898/70 che disciplina l’affidamento dei figli in caso di divorzio.

Il tribunale stabilisce la misura ed il modo con cui il genitore non affidatario deve contribuire al mantenimento, all’istruzione e all’educazione dei figli, nonché le modalità di esercizio dei suoi diritti nei rapporti con essi.

Il genitore cui sono affidati i figli, salva diversa disposizione del tribunale, ha l’esercizio esclusivo della potestà su di essi; egli deve attenersi alle condizioni determinate dal tribunale. Salvo che non sia diversamente stabilito, le decisioni di maggiore interesse per i figli sono adottate da entrambi i genitori. Il genitore cui i figli non siano affidati ha il diritto ed il dovere di vigilare sulla loro istruzione ed educazione e può ricorrere al tribunale quando ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli al loro interesse.

L’obbligo di mantenere, educare ed istruire i figli nati o adottati durante il matrimonio di cui sia stato pronunciato lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili, permane anche nel caso di passaggio a nuove nozze di uno o di entrambi i genitori.

Fatto il ricorso i coniugi dovranno andare innanzi il President del tribunale una sola volta per firmare un verbale con il quale daranno conferma della loro volontà di separarsi a quelle determinate condizioni, chiedendone l’omologa al Tribunale. La procedura di questo tipo di separazione, in genere, può durare dai 4 ai 6 mesi, salvi i casi in cui la preparazione dell’accordo sulle condizioni richieda più tempo.

La separazione giudiziale.,

invece, viene solitamente utilizzato in due casi: quando i coniugi non riescono a trovare un accordo sulle condizioni coem sui figli o sulla casa, o sui conti correnti e devono pertanto chiedere al Tribunale che sia il Giudice a decidere; e quando uno dei coniugi sia irreperibile o contrario alla separazione. La prima udienza nella separazione giudiziale, detta udienza presidenziale, è prevista al fine di espletare il tentativo di conciliazione, che se ha esito positivo consente di “consensualizzare” la procedura, convertendo il rito, e di chiudere la causa con un verbale di separazione consensuale.

Nei fatti, una separazione giudiziale è una causa ordinaria a tutti gli effetti, con la sola aggiunta della fase conciliativa preliminare.

in quali casi si può chiedere la separazione giudiziale?
Quando la convivenza è divenuta intollerabile ed è dannosa alla educazione dei figli. Ciascun coniuge può anche chiedere che la separazione sia addebitata all’altro per violazione dei doveri che derivano dal matrimonio, cioè fedeltà, assistenza morale e materiale, collaborazione nell’interesse della famiglia e coabitazione.

• Che cosa comporta la dichiarazione di addebito?
Il coniuge a cui viene addebitata la separazione perde il diritto al mantenimento (ma non quello agli alimenti), i diritti sull’eredità del coniuge e quelli sulla sua pensione di riversibilità nel caso in cui non sia beneficiario di un assegno alimentare.

La separazione può essere chiesta quando si verificano, anche indipendentemente dalla volontà di uno o di entrambi i coniugi, fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o da recare grave pregiudizio alla educazione della prole.

Il giudice, pronunziando la separazione, dichiara, ove ne ricorrano le circostanze e ne sia richiesto, a quale dei coniugi sia addebitabile la separazione, in considerazione del suo comportamento contrario ai doveri che derivano dal matrimonio.

La separazione giudiziale è molto diversa dalla consensuale, in primo luogo occorrono piu’ difensori ,ogni coniuge ne deve aver euno identica alla separazione consensuale, con l’unica differenza che all’esito della prima udienza, in mancanza di un accordo tra i coniugi, sarà il Giudice dietro richiesta delle parti ad assumere i provvedimenti provvisori ritenuti opportuni sia in ordine all’affidamento dei figli sia in ordine al mantenimento.

Dopo la prima udienza, la procedura (invece di chiudersi con il Decreto di Omologa, come nella consensuale) prosegue tra memorie e udienze come una normale causa civile, concludendosi con sentenza, dopo un processo destinato a durare qualche anno.

INFOPERSONENUOVA 

 

INFEDELTA’ SEPARAZIONE BOLOGNA CONIUGI- AVVOCATO SEPARAZIONE BOLOGNA

L’infedeltà- così come il diniego di assistenza, o il venir meno della coabitazione- viola uno degli obblighi direttamente imposti dalla legge a carico dei coniugi (art. 143, secondo comma, cod. civ.): così da infirmare, alla radice, l’affectio familiae in guisa tale da giustificare, secondo una relazione ordinaria causale, la separazione. È quindi la premessa, secondo l’id quod plerunque accidit, dell’intollerabilità della prosecuzione della convivenza, per causa non indipendente dalla volontà dei coniugi (art. 151, primo comma, cod. civ.).

Non per questo, tuttavia tale regolarità causale assurge a presunzione assoluta.

L’evento dissolutivo può rivelarsi già “prima facie“- e cioè, sulla base della stessa prospettazione della parte- non riconducibile, sotto il profilo eziologico, alla condotta antidoverosa di un coniuge: come ad esempio, nell’ipotesi di un isolato e remoto episodio d’infedeltà (ma anche di mancata assistenza, o allontanamento dalla casa coniugale), da ritenere presuntivamente superato, nel prosieguo, da un periodo di convivenza.

Va da sé, infatti, che occorre l’elemento della prossimità (“post hoc, ergo propter hoc“): la presunzione opera quando la richiesta di separazione personale segua, senza cesura temporale, all’accertata violazione del dovere coniugale.

Diversamente, nel caso- infrequente, ma non eccezionale- di accettazione reciproca di un allentamento degli obblighi previsti dalla norma (come nel regime- secondo la definizione invalsa nell’uso- dei “separati in casa“), si prospetta un fatto secondario, accidentale e atipico, che contrasta l’applicabilità della regola generale di causalità: onde, il relativo onere probatorioincumbit ei qui dicit.

Spetterà quindi all’autore della violazione dell’obbligo la prova della mancanza del nesso eziologico tra infedeltà e crisi coniugale: sotto il profilo che il suo comportamento si sia inserito in una situazione matrimoniale già compromessa e connotata da un reciproco disinteresse. In una parola, in una crisi del rapporto matrimoniale già in atto (Cass., sez. I, 14 febbraio 2012, n. 2059).

La Cassazione n. 11516 del 23/05/2014 ha statuito che : in tema di separazione giudiziale dei coniugi, si presume che l’inosservanza del dovere di fedeltà, per la sua gravita, determini l’intollerabilità della prosecuzione della convivenza, giustificando così, di per sè, l’addebito al coniuge responsabile, salvo che questi dimostri che l’adulterio non sia stato la causa della crisi familiare, essendo questa già irrimediabilmente in atto, sicchè la convivenza coniugale era ormai meramente formale (da ultimo, Cass. 14 febbraio 2012, n. 2059; Cass. 7 dicembre 2007, n. 25618).

 

 

 

1)separazione cosa fare e non fare?

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna

Per la tua separazione consensuale o divorzio breve rivolgiti all’avvocato Sergio Armaroli con fiducia, discuteremo del tuo divorzio breve e della tua separazione consensuale con tranquillita’ trovando per il tuo divorzio breve e per la tua separazione consensuale una giusta soluzione

2)in caso di separazione cosa spetta alla moglie?

 

 

 

3)in caso di separazione cosa spetta alla moglie e ai figli

 

 

 

4)separazione diritti della moglie casalinga?

 

 

5)cambio residenza coniuge non separato?

 

 

6)divorzio dopo separazione consensuale?

 

 

 

7)separazione senza figli cosa spetta alla moglie?

 

 

avvocato matrimonialista separazione bologna Sergio Armaroli Avvocato Matrimonialista a Bologna - Studio Sergio Armaroli • Come scegliere un avvocato matrimonialista - Studio Legale Avvocato Matrimonialista Archives - Studio Legale Avv Sergio Armaroli Avvocato matrimonialista - Bologna - Separazione ... Avvocati che si occupano di Avvocati matrimonialisti a Bologna ... Studio Legale Avvocato BOLOGNA Matrimonialista Separazioni e ... m

avvocato matrimonialista separazione bologna Sergio Armaroli
Avvocato Matrimonialista a Bologna – Studio Sergio Armaroli • Come scegliere un avvocato matrimonialista – Studio Legale
Avvocato Matrimonialista Archives – Studio Legale Avv Sergio Armaroli Avvocato matrimonialista – Bologna – Separazione …
Avvocati che si occupano di Avvocati matrimonialisti a Bologna …
Studio Legale Avvocato BOLOGNA Matrimonialista Separazioni e …
m

 

 

8)diritti della moglie in caso di separazione?

 

  • 1 –
  • Che cosa è la separazione legale?

 

Quando il giudice emette il provvedimento di separazione che aiutorizz ai coniugi a vivere separati

  • familiare e l’eventuale pagamento di un assegno di mantenimento da parte di un coniuge in favore dell’altro e dei figli.
  • Quanti tipi di separazione legale esistono?
  • La separazione consensuale e quella giudiziale.
  • Quale differenza c’è fra separazione consensuale e giudiziale?
  • Nella consensuale i coniugi sono d’accordo su come regolare i loro rapporti e chiedono che il Tribunale prenda atto della loro volontà nella giudiziale, invece, questo accordo non c’è ed è il Tribunale che decide, dopo gli opportuni accertamenti, le condizioni della separazione.
  • E’ possibile nella separazione consensuale inserire altre clausole, oltre a quelle riguardanti l’affidamentodei figli, della casa e il mantenimento?
  • Sì, è possibile regolamentare con l’accordo ogni altro aspetto della separazione, tra cui anchela divisione dei beni comuni.
  • Come si svolge il procedimento di separazione consensuale?
  • Dopo aver raggiunto l’accordo sui loro futuri rapporti, i coniugi presentano un ricorso al Presidente del Tribunale e i certificati richiesti.Verrà fissata una udienza nella quale dovranno confermare la loro volontà. Il verbale di separazione sarà omologato dal Tribunale. Il procedimento dura pochi mesi.
  • Nella separazione consensuale è necessaria l’assistenza legale?
  • Non è obbligatoria ma è consigliabile, soprattutto per tutelare gli interessi del coniuge piùdebole.
  • In quali casi si può chiedere la separazione giudiziale?
  • Quando la convivenza è divenuta intollerabile ed è dannosa alla educazione dei figli. Ciascun coniuge può anche chiedere che la separazione sia addebitata all’altro per violazione dei doveri che derivano dal matrimonio,cioè fedeltà, assistenza morale e materiale, collaborazione nell’interesse della famiglia e coabitazione.
  • Che cosa comporta la dichiarazione di addebito?
  • Il coniuge a cui viene addebitata la separazione perde il diritto al mantenimento (ma non quello agli alimenti), i diritti sull’eredità del coniuge e quelli sulla sua pensione di riversibilità nel caso in cui non sia beneficiario di un assegno alimentare.
  • Quale è la differenza tra assegno di mantenimento e assegno alimentare?
  • Il mantenimento deve essere adeguato al tenore di vita precedente alla separazione; gli alimenti vengono versati solo se il coniuge si trova in stato di bisogno e non possono eccedere lo stretto indispensabile.

BOLOGNA COME GESTIRE UNA SEPARAZIONE CON FIGLI ANDANDO DALL’AVVOCATO

 studio-legale-bologna

1)Separarsi vuol dire avere una serie enorme di situazioni da risolvere !!!

 

2)La più grossa e importante è la situazione dei figli

 

 

  1. a) come dirlo ai figli

b)come riuscir ea segui9re i figli come prima o meglio di prima

c)come stare vicino ai figli nella separazione

d)come provvedere alle loro necessità economiche

  1. e) dove andare con i figli nella separazione ad abitare se si decide di cambiare casa
  2. f) come continuare ad avere un rapporto solido con figli

 

3) la problematica della casa

 

La casa resta al genitore collocatario dei figli minori almeno di regola

 

Chiama l’avvocato Sergio Armaroli per aver e una consulenza sulla tu separazione

 

 

 

 AINFOPERSONE3 INFOPERSONENUOVA

LA TUA SEPARAZIONE? E’ UNA COSA MOLTO SERIA CON GRANDI CONSEGUENZE !!

 

BUDRIOseparazione e alimenti per i figli BUDRIOseparazione e alimenti al coniuge BUDRIOseparazione mantenimento e alimenti BUDRIOseparazione di alimenti BUDRIOseparazione di convivenza BUDRIOseparazione di divorzio BUDRIOconsulenza legale separazione BUDRIOseparazione consensuale e alimenti BOLOGNAseparazione e alimenti per i figli BOLOGNAseparazione e alimenti al coniuge BOLOGNAseparazione mantenimento e alimenti BOLOGNAseparazione di alimenti BOLOGNAseparazione di convivenza BOLOGNAseparazione di divorzio BOLOGNAconsulenza legale separazione BOLOGNAseparazione consensuale e alimenti per separazioni Bologna, avvocato Matrimonialista Bologna, studio legale diritto di famiglia Bologna, avvocato separazioni Bologna, avvocato divorzi Bologna

divorzio breve legge
divorzio breve con figli
divorzio breve termini
divorzio breve comune
divorzio breve tempi
divorzio breve gazzetta ufficiale
divorzio breve procedura
divorzio breve divorzio breve al comunedivorzio breve avvocatodivorzio breve applicazionedivorzio breve applicabilitàdivorzio breve a chi si applicadivorzio breve assehttps://www.studiolegale-bologna.it/divorzio breve in italia
divorzio breve
divorzio breve al comune
divorzio breve avvocato
divorzio breve applicazione
divorzio breve applicabilità
divorzio breve a chi si applica
divorzio breve assegno mantenimento
divorzio breve assegno divorzile
divorzio breve assistito
divorzio breve bologna Maggiore Mordano Riolo Terme Separazione consensuale, separazione giudiziale,separazione e assegno di mantenimento,affido condiviso, divorzio congiunto divorzio giudiziale,separazione matrimoniale, separazione coniugi, avvocato per separazioni
Castel San Pietro Terme (Bo) Ozzano Dell’Emilia Castelguelfo Di Bologna Pianoro
Castello D’Argile Pieve Di Cento Separazione consensuale, separazione giudiziale,separazione e assegno di mantenimento,affido condiviso, divorzio congiunto divorzio giudiziale,separazione matrimoniale, separazione coniugi, avvocato per separazioni
Castello Di Serravalle Porretta Terme Separazione consensuale, separazione giudiziale,separazione e assegno di mantenimento,affido condiviso, divorzio congiunto divorzio giudiziale,separazione matrimoniale, separazione coniugi, avvocato per separazioni
e alimenti per i figli
BUDRIOseparazione e alimenti al coniuge
BUDRIOseparazione mantenimento e alimenti
BUDRIOseparazione di alimenti
BUDRIOseparazione di convivenza
BUDRIOseparazione di divorzio
BUDRIOconsulenza legale separazione
BUDRIOseparazione consensuale e alimenti
BOLOGNAseparazione e alimenti per i figli
BOLOGNAseparazione e alimenti al coniuge
BOLOGNAseparazione mantenimento e alimenti
BOLOGNAseparazione di alimenti
BOLOGNAseparazione di convivenza
BOLOGNAseparazione di divorzio
BOLOGNAconsulenza legale separazione
BOLOGNAseparazione consensuale e alimenti
per separazioni Bologna, avvocato Matrimonialista Bologna, studio legale diritto di famiglia Bologna, avvocato separazioni Bologna, avvocato divorzi Bologna

CHIAMA SUBITO!! CHE ASPETTI?

LA COSA PEGGIORE? RESTARE NEL DUBBIO SU COME TUTELARE I PROPRI DIRITTI!! 

 Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna

 

  • Avvocato separazione Bologna

 

123divorzio4

  • Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna –

 

 

  • Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna  
  • Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna

Per la tua separazione consensuale o divorzio breve rivolgiti all’avvocato Sergio Armaroli con fiducia, discuteremo del tuo divorzio breve e della tua separazione consensuale con tranquillita’ trovando per il tuo divorzio breve e per la tua separazione consensuale una giusta soluzione

 

divorzio breve legge divorzio breve con figli divorzio breve termini divorzio breve comune divorzio breve tempi divorzio breve gazzetta ufficiale divorzio breve procedura divorzio breve divorzio breve al comunedivorzio breve avvocatodivorzio breve applicazionedivorzio breve applicabilitàdivorzio breve a chi si applicadivorzio breve assehttps://www.studiolegale-bologna.it/divorzio breve in italia divorzio breve divorzio breve al comune divorzio breve avvocato divorzio breve applicazione divorzio breve applicabilità divorzio breve a chi si applica divorzio breve assegno mantenimento divorzio breve assegno divorzile divorzio breve assistito divorzio breve bologna per separazioni Bologna, avvocato Matrimonialista Bologna, studio legale diritto di famiglia Bologna, avvocato separazioni Bologna, avvocato divorzi Bologna

divorzio breve legge
divorzio breve con figli
divorzio breve termini
divorzio breve comune
divorzio breve tempi
divorzio breve gazzetta ufficiale
divorzio breve procedura
divorzio breve divorzio breve al comunedivorzio breve avvocatodivorzio breve applicazionedivorzio breve applicabilitàdivorzio breve a chi si applicadivorzio breve assehttps://www.studiolegale-bologna.it/divorzio breve in italia
divorzio breve
divorzio breve al comune
divorzio breve avvocato
divorzio breve applicazione
divorzio breve applicabilità
divorzio breve a chi si applica
divorzio breve assegno mantenimento
divorzio breve assegno divorzile
divorzio breve assistito
divorzio breve bologna per separazioni Bologna, avvocato Matrimonialista Bologna, studio legale diritto di famiglia Bologna, avvocato separazioni Bologna, avvocato divorzi Bologna

 

  • avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna
  • A chi affidare i figli durante la separazione o divorzio? Consulenza Assistenza Legale Divorzio Separazione Divorzio breve | Studio Legale Separazioni Annullamento del matrimonio | Civile Religioso | Avv Matrimonialista Avvocato Diritto di Famiglia Assegnazione della Casa Coniugale Studio Legale Avvocati esperti in Diritto di Famiglia Studio Legale Avvocato specializzato Divorzi Seperazioni con Figli Riconoscimento della Separazione e del Divorzio Estero in Italia Affidamento o Affido dei Minori Nati da Genitori non Coniugati Avvocato Diritto di Famiglia | Affidamento Dei Figli Accordi Di Convivenza Mantenimento Del Coniuge Mantenimento Dei Minori Assegno Divorzile Addebito Della Separazione Avvocati esperti Affidamento Esclusivo e Affidamento Condiviso Studio Legale Avvocati | Diritto di Famiglia Divorzio Separazione AVVOCATO Affidamento dei Figli dopo il Divorzio Avvocato Divorzio Infedeltà coniugale Tradimento Adulterio Avvocato Matrimonialista Assegno di mantenimento | Divorzio Separazione Avv Matrimonialista Diritto di Famiglia | Affidamento condiviso Separazione giudiziale Avvocato esperto Separazione Divorzio | Diritto di Famiglia Separazione Consensuale | Divorzio: Avvocato Matrimonialista Divorzista Scioglimento Del Matrimonio E Cessazione Degli Effetti Civili Affidamento Dei Figli Accordi Di Convivenza Adozioni Diritto di Famiglia | Interdizione Inabilitazione Decadenza Sospensione Potestà Genitori

    [box] Il contenuto va inserito qui[/box]

         La separazione il divorzio sono avvenimenti spesso drammatici nella vita delle persone.
  • Lo è ancora di più’ quando uno solo dei coniugi vuole separarsi magari perché ha conosciuto una terza persona e l’altro coniuge innamorato  non sa darsi pace!!
  • chiama con fiducia l’avvocato Sergio Armaroli 051/6447838
  • Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena ,separazione moglie a carico, divorzio breve | Studio Legale  Separazioni Affidamento Dei Figli ,Accordi Di Convivenza ,Adozioni ,A chi affidare i figli durante la separazione o divorzio?, Avvocato Diritto di Famiglia, Assegnazione della Casa Coniugale ,Consulenza Assistenza Legale Divorzio Separazione, Studio Legale Avvocati esperti in Diritto di Famiglia Bologna, Studio Legale Avvocato specializzato Divorzi Seperazioni con Figli ,Diritto di Famiglia | Interdizione Bologna ,Inabilitazione Bologna, Decadenza ,Sospensione Potestà Genitori, Avvocati esperti Affidamento Esclusivo, Affidamento Condiviso separazione ,consensuale divorzio separazione coniugale colpa separazione coniugale per colpa separazione coniugale consensuale separazione coniugale forum separazione coniugale assegno di mantenimento separazione coniugale casa  
  •          Non può tuttavia sottacersi che il venir meno all’obbligo di fedeltà coniugale, particolarmente attraverso una relazione extraconiugale nel cui am­bito sia stata generata prole, rappresenta una vio­lazione particolarmente grave di tale obbligo, che, determinando normalmente l’intollerabilità della prosecuzione della convivenza, deve ritenersi, di regola, causa della separazione personale dei co­niugi e, quindi, circostanza sufficiente a giusti­ficare l’addebito della separazione al coniuge che ne è responsabile, sempreché non si constati la mancanza di nesso causale tra infedeltà e crisi co­niugale mediante un accertamento rigoroso e una valutazione complessiva del comportamento di entrambi i coniugi, da cui risulti la preesistenza di una crisi già irrimediabilmente in atto in un contesto caratterizzato da una convivenza meramente formale (Cass., 9 giugno 2000, n. 7859; Cass., 18 settembre 2003, n. 13747; Cass., 12 aprile 2006, n. 8512; Cass., 7 dicembre 2007, n. 25618; Cass., 14 feb­braio 2012, n. 2059, proprio in tema di ripartizio­ne del relativo onere della prova

 

 

Art. 269 del codice civile. Dichiarazione giudiziale di paternità e maternità. La paternità e la maternità naturale possono essere giudizialmente dichiarate nei casi in cui il riconoscimento è ammesso. La prova della paternità e della maternità può essere data con ogni mezzo. La maternità è dimostrata provando la identità di colui che si pretende essere figlio e di colui che fu partorito dalla donna, la quale si assume essere madre. La sola dichiarazione della madre e la sola esistenza di rapporti tra la madre e il preteso padre all'epoca del concepimento non costituiscono prova della paternità naturale. Art. 273 del codice civile. Azione nell'interesse del minore o dell'interdetto. L'azione per ottenere che sia giudizialmente dichiarata la paternità o la maternità naturale può essere promossa, nell'interesse del minore, dal genitore che esercita la potestà prevista dall'articolo 316 o dal tutore. Il tutore però deve chiedere l'autorizzazione del giudice, il quale può anche nominare un curatore speciale. Occorre il consenso del figlio per promuovere o per proseguire l'azione se egli ha compiuto l'età di sedici anni. Per l'interdetto l'azione può essere promossa dal tutore previa autorizzazione del giudice. Il tribunale dei minorenni ordinerà al presunto padre di sottoporsi al Test del DNA, al fine di accertare la paternità. Il rifiuto da parte del padre, a sottoporsi al test del DNA (con prelievo del sangue) comporta in concreto, l'ammissione di paternità, per giurisprudenza consolidata (vedi ad esempio sentenza del tribunale dei minorenni di L'Aquila del 19/04/2007). La madre non può impedire al padre di riconoscere il figlio; il figlio ha diritto di avere un padre ed una madre. Ha diritto di essere educato e mantenuto da un padre ed una madre !!! Ai sensi dell'articolo 250, comma 4 del codice civile, la madre non può impedire il riconoscimento del padre, laddove questo comportamento non risponda all'interesse del figlio.

Art. 269 del codice civile. Dichiarazione giudiziale di paternità e maternità.
La paternità e la maternità naturale possono essere giudizialmente dichiarate nei casi in cui il riconoscimento è ammesso.
La prova della paternità e della maternità può essere data con ogni mezzo.
La maternità è dimostrata provando la identità di colui che si pretende essere figlio e di colui che fu partorito dalla donna, la quale si assume essere madre.
La sola dichiarazione della madre e la sola esistenza di rapporti tra la madre e il preteso padre all’epoca del concepimento non costituiscono prova della paternità naturale.
Art. 273 del codice civile. Azione nell’interesse del minore o dell’interdetto.
L’azione per ottenere che sia giudizialmente dichiarata la paternità o la maternità naturale può essere promossa, nell’interesse del minore, dal genitore che esercita la potestà prevista dall’articolo 316 o dal tutore. Il tutore però deve chiedere l’autorizzazione del giudice, il quale può anche nominare un curatore speciale.
Occorre il consenso del figlio per promuovere o per proseguire l’azione se egli ha compiuto l’età di sedici anni.
Per l’interdetto l’azione può essere promossa dal tutore previa autorizzazione del giudice.
Il tribunale dei minorenni ordinerà al presunto padre di sottoporsi al Test del DNA, al fine di accertare la paternità. Il rifiuto da parte del padre, a sottoporsi al test del DNA (con prelievo del sangue) comporta in concreto, l’ammissione di paternità, per giurisprudenza consolidata (vedi ad esempio sentenza del tribunale dei minorenni di L’Aquila del 19/04/2007).
La madre non può impedire al padre di riconoscere il figlio; il figlio ha diritto di avere un padre ed una madre. Ha diritto di essere educato e mantenuto da un padre ed una madre !!!
Ai sensi dell’articolo 250, comma 4 del codice civile, la madre non può impedire il riconoscimento del padre, laddove questo comportamento non risponda all’interesse del figlio.

 

  • Avvocati – studi separazione-consensuale a Bologna
Avvocati – studi separazione-consensuale a Ozzano dell’Emilia
Avvocati – studi separazione-consensuale a Castenaso
Avvocati – studi separazione-consensuale a Granarolo dell’Emilia
Avvocati – studi separazione-consensuale a Casalecchio di Reno
Avvocati – studi separazione-consensuale a Pianoro
Avvocati – studi separazione-consensuale a Castel Maggiore
Avvocati – studi separazione-consensuale a Budrio
Avvocati – studi separazione-consensuale in Emilia romagna
Avvocati – studi separazione-consensuale in Italia

 

 

 

  • La prova per l’accertamento della violazione dei doveri matrimoniali, ai fini della dichiarazione di addebito, risulta spesso assai ardua e si deve necessariamente ricorrere ad elementi indiretti ed indiziari.
  • Quando si tratta di provare l’infedeltà coniugale entrano in gioco una serie di elementi probatori che singolarmente non avrebbero alcun valore, ma unitariamente considerati possono condurre il giudice a considerare il fatto come provato. (Cassazione 6 novembre 2012, n. 19114). Vengono, così, spesso ammesse le prove indiziarie ( le così dette testimonianze de relato o indirette da parte di soggetti terzi estranei alla vicenda ).
  • Tali dichiarazioni testimoniali secondo la Suprema Corte possono divenire valido elemento di prova se sono suffragate da altre circostanze oggettive e soggettive o da altre risultanze probatorie acquisite al processo che concorrano a rafforzarne la credibilità (Cass. Civ. 19 maggio 2006, n. 11844 e Cass. Civ. 8 febbraio 2006, n. 28159).

 

 afd6

 

 

 

  • Irma

 

  • Aveva il marito che non pagava gli alimenti per i figli minori?

 

  • Il marito era dipendente di una fabbrica.

 

  • Si  proceduto a chiedere il pignoramento di parte dello stipendio

 

  • Sandra

 

  • Aveva scoperto la relazione del marito che durava da anni,

 

  • aveva avuto dei sentori ma nessuna certezza, fino a quando non ha trovato il marito insieme all’amante

 

  • Sandra aveva tre figli dei quali due minori.

 

  • Ovviamente il marito non poteva negare l’evidenza.

 

  • Sandra ha proceduto con separazione giudizialeottenendo giustizia,

 

  • Carlo

 

  • La moglie se ne era andata con un altro  e aveva lasciato a Carlo la piccola Bambina.

 

  • Carlo amava la moglie, del resto la figlia piccola portava meditare bene il da farsi.

 

  • Riuscimmo a contattare la moglie, a quale firmo’ una separazione consensuale

 

  • Rosanna e Guido

 

  • Dopo dieci anni di matrimonio senza figli si accorsero di non amarsi piu’ ognuno voleva la sua libertà.

 

  • Una bella separazione consensuale liberò i coniugi  e permise loro di affrontare una nuova vita

 

  • La separazione tra coniugi: un momento difficile.
  • Le separazioni coniugali sono momenti sempre molto complessi, non solo come è ovvio, da un punto di vista umano (sia per i coniugi, che per tutte le persone coinvolte e in particolare i figli), ma anche da un punto di vista legale.
  • Per tale motivo, quando una circostanza di questo tipo si rende necessaria, è indispensabile avere al proprio fianco uno studio legale per separazioni, che sia cioè specializzato in questa delicata materia, e sappia offrire i più appropriati consigli per poter risolvere ogni questione legata alla separazione nel modo più rapido ed indolore.
  • La separazione come una decisione meditata e discussa
  • Sebbene la separazione è vissuta come momento traumatico , anche qualora esso sia frutto di una decisione ragionevole, coerente e condivisa, uno studio legale per separazioni saprà garantire la massima serenità, impedendo il verificarsi di eventi fortuiti e dolorosi, tipicamente dovuti alla non conoscenza della materia da un punto di vista legale.
  • La separazione è un momento decisamente doloroso per ambedue i coniugi, a prescindere da chi abbia preso la decisione, rappresenta comunque la chiusura di un capitolo di un tratto di vita trascorso insieme.
  • La separazione legale dei coniugi è l’istituto che permette ai coniugi di far venir meno alcuni effetti del matrimonio.
  • La prova per l’accertamento della violazione dei doveri matrimoniali, ai fini della dichiarazione di addebito, risulta spesso assai ardua e si deve necessariamente ricorrere ad elementi indiretti ed indiziari. Quando si tratta di provare l’infedeltà coniugale entrano in gioco una serie di elementi probatori che singolarmente non avrebbero alcun valore, ma unitariamente considerati possono condurre il giudice a considerare il fatto come provato. (Cassazione 6 novembre 2012, n. 19114). Vengono, così, spesso ammesse le prove indiziarie ( le così dette testimonianze de relato o indirette da parte di soggetti terzi estranei alla vicenda ). Tali dichiarazioni testimoniali secondo la Suprema Corte possono divenire valido elemento di prova se sono suffragate da altre circostanze oggettive e soggettive o da altre risultanze probatorie acquisite al processo che concorrano a rafforzarne la credibilità (Cass. Civ. 19 maggio 2006, n. 11844 e Cass. Civ. 8 febbraio 2006, n. 28159). ASSEGNO MANTENIMENTO
  • Separazioni provincia bologna l’assegno in favore del coniuge separato ha una funzione di mantenimento dello stesso tenore della vita coniugale

 

 

 

  • La soluzione della questione sembra appunto dipendere dalla funzione che si intende attribuire alla separazione dei coniugi: se si ritiene che essa sia autonoma rispetto a quella del divorzio e che miri a conservare il più possibile gli effetti del matrimonio, potrà esservi maggiore considerazione per i predetti impedimenti, diversamente, laddove si ritenga che la separazione, al pari del divorzio, sia volta a regolare il rapporto conseguente ad un matrimonio i cui effetti siano cessati, dovrà attribuirsi rilevanza, in armonia con quanto disposto dall’art. 5, 6° co., l. 1.12.1979, n. 898, ai soli impedimenti oggettivi. Quindi, la prova dell’attitudine al lavoro dell’ex coniuge, intesa come capacità di guadagno, è indispensabile sia per escludere il dovere di contribuzione dell’altro coniuge che per attribuire lo stato di bisogno esclusivamente all’inerzia ingiustificata del soggetto nel ricercarsi un’attività lavorativa. Di conseguenza sulla parte onerata al versamento dell’assegno di mantenimento, ricade l’obbligo di dimostrare specificatamente quali offerte di lavoro l’altro coniuge avrebbe rifiutato ingiustificatamente. Ebbene, premesso quanto innanzi esposto, dal punto di vista giurisprudenziale, alcune pronunce della Suprema Corte di Cassazione hanno ribadito il principio in base al quale in tema di separazione personale dei coniugi, l’attitudine al lavoro proficuo dei medesimi, quale potenziale capacità di guadagno, costituisce elemento valutabile ai fini della determinazione della misura dell’assegno di mantenimento da parte del giudice, che deve al riguardo tenere conto non solo dei redditi in denaro ma anche di ogni utilità o capacità dei coniugi suscettibile di valutazione economica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico divorzio breve | Studio Legale specializzato Separazioni Affidamento Dei Figli Accordi Di Convivenza Adozioni A chi affidare i figli durante la separazione o divorzio? Avvocato Diritto di Famiglia Assegnazione della Casa Coniugale Consulenza Assistenza Legale Divorzio Separazione Studio Legale Avvocati esperti in Diritto di Famiglia Studio Legale Avvocato specializzato Divorzi Seperazioni con Figli Diritto di Famiglia | Interdizione Inabilitazione Decadenza Sospensione Potestà Genitori Avvocati esperti Affidamento Esclusivo e Affidamento Condiviso separazione consensuale divorzio separazione coniugale colpa separazione coniugale per colpa separazione coniugale consensuale separazione coniugale forum separazione coniugale assegno di mantenimento separazione coniugale casa

 

 

 

 

  • Del resto, se l’assegno in favore del coniuge separato ha una funzione di mantenimento dello stesso tenore della vita coniugale, nella situazione in cui il beneficiario non versi in stato di bisogno appare del tutto irragionevole non esaminare, al fine dell’accertamento del reato, se l’obbligato abbia subito variazioni di reddito tali da poter incidere su tale tenore di vita, che avrebbero inciso anche in caso di persistenza del rapporto matrimoniale, e pertanto risultano da sole non idonee a ricondurre l’inadempimento ad un difetto di considerazione degli obblighi discendenti dal vincolo, come letteralmente richiesto dalla fattispecie, ma rimandano alla considerazione di una condizione di incapacita’ di adempiere, suscettibile di escludere l’antigiuridicita’ del fatto.

 

  • succo sentenza

Sarebbe errata l’interpretazione dell’art. 156, ult. co., c.c. data dalla Corte di merito secondo la quale tra i giustificati motivi che consentono la revisione dell’assegno di mantenimento determinato in sede di separazione consensuale dovrebbe essere ricompresa qualsiasi situazione idonea a rappresentare una realtà diversa da quella in precedenza considerata come esistente, idonea a fondarne una diversa valutazione. Ne deriverebbe che verrebbe ricondotta nell’ambito della procedura camerale ex art. 710 c.p.c. anche l’impugnativa dell’accordo di separazione per vizio del consenso, per la quale dovrebbe invece ricorrersi al giudizio ordinario di cognizione. La sentenza di separazione ovvero il decreto di omologa della separazione consensuale darebbero luogo ad un giudicato rebus sic stantibus, non modificabile in relazione a fatti di cui le parti avrebbero dovuto tener conto al momento della separazione. La sentenza di separazione ed il decreto di omologazione della separazione consensuale sarebbero invece modificabili soltanto con riferimento alla sopravvenienza di fatti nuovi che abbiano alterato la situazione preesistente, come affermato da questa Corte. Le circostanze di fatto, che la S. aveva asserito di aver scoperto, erano tutte anteriori alla sottoscrizione delle condizioni della separazione consensuale avvenuta il omissis. I giustificati motivi cui fa riferimento l’art. 156, ult. co., c.c. non potrebbero consistere in vizi dell’accordo di separazione, rimessi al giudizio ordinario.

  • Con il secondo motivo il ricorrente principale deduce violazione dell’art. 2697 c.c. La Corte d’appello, senza svolgere attività istruttoria del resto incompatibile con il rito camerale, avrebbe posto a fondamento della propria decisione una diversa valutazione delle condizioni patrimoniali del C., già esistente al momento della stipula degli accordi di separazione, che questi aveva contestato come non vera e come non costituente fatto oggettivo e constatabile, senza che la S. avesse provato la veridicità di tali fatti. La Corte bolognese avrebbe formulato soltanto un giudizio di verosimiglianza, contraddetto dal riconoscimento in motivazione dell’elevato tenore di vita della S.
  • Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena separazione moglie a carico divorzio breve | Studio Legale specializzato Separazioni Affidamento Dei Figli Accordi Di Convivenza Adozioni A chi affidare i figli durante la separazione o divorzio? Avvocato Diritto di Famiglia Assegnazione della Casa Coniugale Consulenza Assistenza Legale Divorzio Separazione Studio Legale Avvocati esperti in Diritto di Famiglia Studio Legale Avvocato specializzato Divorzi Seperazioni con Figli Diritto di Famiglia | Interdizione Inabilitazione Decadenza Sospensione Potestà Genitori Avvocati esperti Affidamento Esclusivo e Affidamento Condiviso separazione consensuale divorzio separazione coniugale colpa separazione coniugale per colpa separazione coniugale consensuale separazione coniugale forum separazione coniugale assegno di mantenimento separazione coniugale casa
  • Con il terzo motivo il ricorrente principale deduce violazione dell’art. 710 c.p.c. perché in pendenza del giudizio di divorzio non potrebbe farsi luogo a revisione dell’assegno di mantenimento.
  • Con l’unico motivo del ricorso incidentale la S. deduce violazione dell’art. 737 c.p.c. per la non motivata reiezione delle richieste istruttorie. Sulla premessa che la Corte di appello non ha accolto interamente le richieste in punto quantum, la ricorrente incidentale lamenta che la Corte abbia disatteso le istanze istruttorie (CTU di stima ed ordini di esibizione) senza alcuna motivazione.

  • Bologna, San Pietro in Casale, San Lazzaro di Savena SEpaRAzioNE MOglIe A CAriCO Consulenza Legale per Separazione e Divorzio a Bologna Avvocato separazione Bologna Avvocato separazione Consigli utili per superare la separazione senza drammi. avvocato matrimonialista bologna – Studio Legale Bologna studiolegale-bologna.it/…/avvocato-matrimonialista-per-separazioni-a-bologna-e-prov… avvocato per divorzio bologna separazione consensuale bologna costo avvocato separazione consensuale lettera avvocato separazione miglior avvocato divorzista bologna   Ti serve un avvocato matrimonialista divorzista per una separazione o divorzio? SEPARAZIONI BOLOGNA – Avvocato a Bologna www.avvocatoabologna.it/separazione…/divorzio-e-separazione- Avvocato divorzista a Bologna – Separazione … Avvocati che si occupano di Separazione a Bologna (Città … STUDIO LEGALE a Bologna avvocato matrimonialista separazione bologna
  • Separazione delle coppie di fatto come fare affidamento figli Bologna avvocato Matrimonialistaaffidamento figli coppie di fatto tribunale ordinarioricorso affidamento figli coppie di fattodiritti in caso separazione coppie conviventiseparazione conviventi mutuo cointestatocalcolo assegno mantenimento figli coppie di fattoscrittura privata separazione di fatto fac similediritti di un padre non sposatoseparazione convivenza impossibile In Italia non esistono leggi che disciplinano la separazione della coppia di fatto. Il vuoto normativo penalizza fortemente i conviventi perché, se il rapporto non funziona, questi non hanno la possibilità di tutelare i propri diritti al pari della coppia sposata che chiede la separazione.La “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze” si occupa di unioni civili e convivenze di fatto.Quale le differenze ?

    • per unioni civili si intendono specifiche formazioni sociali costituite da persone maggiorenni dello stesso sesso;

    Le convivenze di fatto, invece, si riferiscono a tutte le coppie formate da due persone maggiorenni (sia etero che omosessuali) non legate da vincoli giuridici ma da un legame affettivo e che possono regolare i propri rapporti patrimoniali attraverso un “contratto di convivenza”.

    ATTENZIONE

     

    Molti ex conviventi non regolano l’affido dei figli perché «tanto andremo sempre d’accordo».

    SBAGLIATO !!!

    Se andate d’accordo, tanto meglio: approfittate di questo clima di concordia per presentare un ricorso congiunto per la normazione dell’affido dei vostri figli.

    Diritto del convivente

    . La Legge Cirinnà ha, introdotto la possibilità per il convivente in stato di bisogno e non in grado di provvedere al proprio mantenimento, di chiedere all’altro convivente gli alimenti, in misura proporzionale alla durata della convivenza.

    Diritto dei figli

    L’articolo 261 del Codice Civile, stabilisce che i figli naturali (nati al di fuori del matrimonio), se riconosciuti, hanno gli stessi diritti dei figli legittimi. I genitori hanno il dovere e l’obbligo di mantenerli, educarli e occuparsi di loro. In caso la convivenza finisse, i figli hanno il diritto a mantenere un rapporto equilibrato con ciascuno dei genitori, e il diritto a ricevere cure, istruzione e educazione da entrambi. In caso di disaccordo tra i conviventi bisogna rivolgersi al Tribunale dei minori e rimettersi alla valutazione del giudice.

     

    ricorso affidamento figli coppie di fatto

    separazione coppie di fatto affidamento figli

    affidamento figli coppie di fatto tribunale ordinario

    ricorso affidamento figli genitori non sposati

    affidamento figli naturali genitori non conviventi

    separazione coppie di fatto senza figli

    diritti di un padre non sposato

    modifica condizioni affidamento figli naturali

    Anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale.

    Valuta prioritariamente la possibilità che i figli minori restino affidati a entrambi i genitori oppure stabilisce a quale di essi i figli sono affidati, determina i tempi e le modalità della loro presenza presso ciascun genitore, fissando altresì la misura e il modo con cui ciascuno di essi deve contribuire al mantenimento, alla cura, all’istruzione e all’educazione dei figli. Prende atto, se non contrari all’interesse dei figli, degli accordi intervenuti tra i genitori. Adotta ogni altro provvedimento relativo alla prole.

    Il nuovo articolo 38 chiarisce che nei procedimenti di affidamento e mantenimento si applicano gli articoli 737 e seguenti del Codice di procedura civile, vale a dire il rito della camera di consiglio che, «sentito il pubblico ministero», si concluderà con un decreto; infine, sancisce l’estensione delle garanzie per le obbligazioni economiche, già presenti per i figli del matrimonio a favore di tutti i figli a prescindere dalla formalizzazione del legame tra i loro genitori.

    La Cassazione, intervenuta a seguito di regolamento necessario di competenza, con ordinanza n. 8362 del 3 aprile 2007, ha specificato che l’art. 4 comma 2 della l. 54/2006, estendendo l’ambito applicativo della disciplina ex artt. 155 e ss. c.c., non ha inciso sui presupposti processuali tra i quali la competenza. La novella del 2006, invece, ha esclusivamente “il significato di estendere, all’evidente fine di assicurare alla filiazione naturale forme di tutela identiche a quelle riconosciute alla filiazione legittimai nuovi principi e criteri sulla potestà genitoriale e sull’ affidamento anche ai figli di genitori non coniugati”. La l.54 non ha inteso creare un modello processuale unitario ma ha, comunque, preservato l’assetto preesistente: il giudice ordinario è chiamato a disciplinare la crisi della coppia, unita in matrimonio, con la separazione e, nella stessa sede, regolare i rapporti genitori-figli; il giudice specializzato è chiamato a tutelare il figlio nel caso di interruzione della convivenza more uxorio quando si presenti una specifica necessità, anche decidendo sulle domande di natura economica, se contestuali.

    Il Decreto Legislativo 28 dicembre 2013 n. 154 ha portato a termine il percorso di modifica delle disposizioni in materia di filiazione, già avviato con la L. 219/2012, eliminando ogni discriminazione rimasta nel nostro ordinamento tra i figli nati nell’ambito del matrimonio e quelli nati fuori da esso e così garantendo la completa eguaglianza giuridica degli stessi.

    In sostanza, siamo arrivati all’affermazione dell’unicità dello stato di figlio e, di conseguenza, alla cancellazione dei riferimenti presenti nelle norme ai figli “legittimi”, ai figli “naturali” o “adottivi”, ora definiti semplicemente “figli”.

    Al di là dell’aspetto meramente terminologico, è nell’ambito più concreto che emerge l’importanza della riforma.

     

     

    COMPETENZA

     

    Il contenzioso inerente le controversie riguardanti l’affidamento e il mantenimento dei minori tra genitori non uniti da matrimonio viene gestito direttamente ed interamente dal Tribunale ordinario, innanzi al quale ciascuno genitore ha l’opportunità di ricorrere.

    La riforma ha spostato la competenza dal Tribunale dei Minorenni a quello ordinario, ma non ha modificato il rito processuale applicabile che resta quello camerale su diritti soggettivi, ex art. 737 cod. proc. civ. . Il rito camerale non prevede sulla carta una fase preliminare di conciliazione; ciononostante essa acquista con la riforma  una maggiore pregnanza: viene, infatti, amplificato il ruolo del giudice-mediatore, quale soggetto che prova a costruire il nuovo statuto della famiglia disgregata, con la complicità dei genitori, responsabilizzati nell’interesse primario dei figli.